Le ragazze di mister Ardito incassano un poker ed escono sconfitte dalle rossonere nell’amichevole giocata questo pomeriggio, sul campo del centro sportivo “Vismara”. Un risultato che però appare ben più ampio di quanto visto sul terreno di gioco. Le prime due reti locali arrivano nel primo quarto d’ora, siglate dall’ex Giacinti con due azioni fotocopia: lancio dalla tre quarti e inserimento in area del Panzer della Val Cavallina, abile a superare Lemey. Prese le misure le bergamasche chiudono bene i varchi e si affacciano più volte nell’area avversaria, senza però che il tridente formato da Cambiaghi, Codecà e Pellegrinelli riesca a trovare il guizzo per impensierire Ceasar. In campo dal primo minuto anche Alice Martani che però viene schierata esterno sinistro basso, causa l’infortunio accorso a Lazzari nel riscaldamento. Mister Ardito cambia l’assetto tattico nel finale della prima frazione, passando alla retroguardia a tre. E’ proprio Martani a lasciare il campo per Sofia Colombo, il cui ingresso darà nuova linfa alle giocate offensive bergamasche, da subito più incisive.

Nella ripresa le ospiti appaiono da subito più concrete e ci vuole Ceasar per negare a Codecà la gioia della rete. Sull’altro fronte Lemey non resta di certo inoperosa e si erge protagonista con due interventi prodigiosi. Michele Ardito dà spazio a tutte le giocatrici convocate, ma la girandola non sembra scalfire la corazza delle atalantine. Nel quarto d’ora finale però, la differenza di quasi un mese di preparazione atletica in più nelle gambe delle padrone di casa esce allo scoperto. Giugliano ha un rimpallo favorevole che le permette di presentarsi davanti a Salvi e batterla comodamente. La stessa n. 95 nerazzurra compie un volo d’angelo per salvare sul gran colpo di testa di un’avversaria all’86’, mentre poco più tardi è la traversa a dare una mano all’estrema difendente orobica. Coda al 90′ scoccato trova però l’infilata giusta e la quarta rete che chiude definitivamente i giochi.

Negli spogliatoi mister Ardito appare sereno e guarda soprattutto al bicchiere mezzo pieno: “Non guardo oggi tanto al risultato, mi interessavano altre cose e sono abbastanza soddisfatto di quello che ho visto. Sui goal abbiamo commesso delle leggerezze e lì abbiamo ampi margini di miglioramento. La squadra ha cercato di costruire gioco e si è comportata bene. Consideriamo anche che avevo preparato le ragazze per giocare con il 4-3-1-2 e invece abbiamo dovuto giocoforza passare a tre dietro. Ho voluto premiare anche le ragazze più giovani che mi hanno fatto vedere buone cose. Abbiamo affrontato una squadra di grande livello e molto più avanti di noi nella preparazione, quindi non potevo davvero chiedere di più alle mie.”

MILAN-ATALANTA MOZZANICA-4-0

Reti: Giacinti all’11’ e al 15′ p.t.; Giugliano al 30′ e Coda al 45′ s.t.

Milan: CEASAR (dal 37′ s.t. ZANZI); RIZZA (dal 1′ s.t. TUCCERI CIMINI), MANIERI, FUSETTI, MENDES; CARISSIMI, ALBORGHETTI (dal 27′ s.t. CODA), HEROUM; GIUGLIANO; GIACINTI (dal 38′ s.t. LONGO), SABATINO (dal 38′ s.t. CACCIAMALI). All. Carolina Morace.

Atalanta: LEMEY (dal 22′ s.t. SALVI); RIZZON (dal 19′ s.t. FUSAR POLI), VITALE, PIACEZZI, MARTANI (dal 40′ p.t. COLOMBO); STRACCHI (dal 44′ s.t. VICINI), SCARPELLINI, RE (dal 39′ s.t. MARCHESI); CODECA’ (dal 42′ s.t. VERZELLETTI), CAMBIAGHI (dal 22′ s.t. MANDELLI), PELLEGRINELLI (dal 31′ s.t. MAGNI). All. Michele Ardito.

Credit photo: Mozzanica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here