Dopo lo stop forzato dello scorso anno torna come grande protagonista in questa estate 2021 anche il beach soccer. Per il settore femminile dal 12 al 18 luglio a Nazarè, in Portogallo, appuntamento europeo con l’’Euro Beach Soccer League mentre dal 22 al 25 a San Benedetto del Tronto l’appuntamento con il campionato italiano. Nel torneo tricolore sette squadre iscritte tra le quali figura il Women Terracina Beach Club. Il club laziale, presieduto da Luigi Cicuto, sarà guidato dal tecnico Alessio Cicerone affiancato da Luigi Michella con quattordici atlete a disposizione. Nel parco giocatori, capitanato da Veronica Privitera,  figurano: Giulia Franco, Vittoria Sesti, Emiliana Severino, Jengira Stefanelli, Denise Ferrara, Vanessa Aversa, Filomena Chaid, Debora Naticchioni, Melania Pisa, Martina Lauria e Zaira Cuciniello. Presenti anche Angela Ruotolo, estremo difensore classe ’93 nell’ultima stagione tra Cittadella e Torres, e Manuela Capuano, calcettista classe ’87 dal trascorso anche nella massima serie di futsal. Abbiamo raggiunto Angela e Manuela per tastare il polso in casa Women Terracina a poche ore dall’esordio delle laziali.

Angela partiamo da te: si ritorna a giocare sulla sabbia dopo la pausa forzata causa Covid. Quanto ti è mancata questo tipo di competizione?
“Il periodo del beach soccer per quanto faticoso resta il più atteso dell’ anno. Le sensazioni che ti da questo sport e questa atmosfera sono speciali, purtroppo causa Covid abbiamo dovuto rinunciare anche a questo ma era doveroso”.
Come è nato per te l’amore per il beach soccer?
“Ho cominciato a giocare a beach soccer 5 anni fa con il Napoli, con la nascita della stessa squadra e mi sono subito innamorata di tutto ciò che questo sport offre fuori e dentro il campo. Per un portiere è liberatorio sapere di cadere sul morbido, inoltre è una sfida stare attento ad ogni minima deviazione della palla sulla sabbia”.
Angela quando avete iniziato a lavorare in ottica campionato?
“Oltre vari stage effettuati a giugno la preparazione in vista del campionato è partita dal primo luglio con un fitto programma di allenamenti”.
Per te l’ultima esperienza con la Torres come arrivi a questo torneo? Quali sono i tuoi obiettivi in questa competizione?
“Si con la Torres quest’ anno la competizione si è protratta fino al 20 giugno, quindi ho avuto giusto qualche settimana per staccare la spina e rimettermi a lavorare. Il mio obiettivo è fare bene col Terracina e contribuire a quello che spero possa essere una grande competizione per noi”.
L’interesse generale intorno al beach soccer sembra tornato altissimo dopo l’anno sabatico. Segnale positivo per il futuro?
“Assolutamente. Sono contenta che l’ anno sabatico non abbia avuto gravi ripercussioni. Le compagini italiane si sono sempre comportate bene anche nelle competizioni internazionali. È giusto che venga dato a questo sport il giusto riconoscimento. Magari partendo dalla nazionale femminile che non capisco per quali ragioni ancora non esista”.

Passiamo ora ad Emanuela: si torna a gareggiare e per te è la prima volta in campionato sulla sabbia giusto?
“Si, il beach è uno sport a cui mi sono approcciata da poco, ma che mi ha subito entusiasmato. Per questo, scesa di nuovo in campo, ho riprovato subito quelle stesse sensazioni che mi avevano portato ad amarlo. Mi sono approcciata a questa disciplina con curiosità e poi l’ho presa come una sfida personale. Forse anche la novità, dopo tanti anni di calcio a 5, ha contribuito a farmi appassionare”.
Quali sono state le principali difficoltà in questo sport? Quale le sensazioni che ti hanno fatto innamorare di questa disciplina?
“È uno sport a se, totalmente diverso sia dal calcio che dal futsal, e l’unico rimedio che si ha per colmare il gap tra le diverse discipline è quello di stare il più possibile sulla sabbia. Persino i gesti più semplici infatti, che fuori da un campo di beach possono apparire addirittura scontati, come alzarsi ad esempio la palla, nel soccer necessitano di allenamento per essere compresi. Quindi non c’è una particolare difficoltà, se non quella appunto di adattarsi in fretta ad uno sport che può sembrare simile agli altri ma non lo è per niente”.
Emanuela come è composto il vostro gruppo per questo torneo?
“Non è sempre facile formare un gruppo per una competizione che dura pochi giorni, ma credo che la nostra dirigenza ci sia riuscita. Ci sono ragazze più esperte ed altre alle prime esperienze, ma stiamo bene insieme e quello conta non poco”.
Quali saranno gli obiettivi della squadra in questo torneo? Ed i tuoi?
“Io penso che se una società investa tempo e denaro dietro un progetto, qualsiasi esso sia, alla fine voglia vincere. Però è altrettanto vero che non si gioca da soli e che poi a trionfare è una squadra soltanto, quindi dovremo solo pensare a dare tutto accettando quello che poi sarà il verdetto del campo. Personalmente non ho particolari obiettivi se non quello di provare a ripagare la fiducia riposta in me quando sarò chiamata in causa”.
Come sarà a tuo avviso il livello di questo campionato?
“Fare previsioni sicuramente non è facile, credo che tutte le squadre daranno battaglia fino all’ultimo. Certo è che visto il periodo dobbiamo, a prescindere dall’agonismo, essere felici di poter tornare a vivere momenti come questi”.

Mi chiamo Christian Vitale, sono un giornalista pubblicista con la grande passione per lo sport. Nell'estate del 2015, con amici, apriamo il sito Parametro Zer0, divertendoci a parlare del movimento calcistico in ambito nazionale. Nell'ottobre del 2015 inizio la collaborazione con Info Cilento, portale d'informazione che copre l'area a sud di Salerno. Comincio con una trasmissione in streaming in onda ogni lunedì, sul mondo del calcio dilettantistico, per poi scrivere con lo stesso portale nell'aprile del 2016. La collaborazione con Info Cilento, ancora viva ed intensificatasi nel 2017, mi ha portato a stringere rapporti con qualche emittente televisiva e radiofonica salernitana, con ospitate varie in trasmissioni sul calcio locale. Nello stesso anno inizio a scrivere con Le Cronache di Salerno, quotidiano della zona, mentre nel 2018 entro a far parte dell'ufficio stampa della Polisportiva Santa Maria, società di Eccellenza di calcio ad 11 maschile. Nel 2019 inizio a scrivere con altri due siti on line: Campania Football, in ambito regionale, e Salerno Sport 24, in ambito provinciale, oltre a curare la comunicazione della Folgore Acquavella Femminile, squadra di calcio a 5 iscritta nel torneo di Serie C2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here