futsal-pescara-calcio5-aida-xhaxho

Nella passata stagione la Serie A di calcio a 5 ha visto sul tetto d’Italia il Montesilvano, la squadra abruzzese durante l’estate ha cambiato poi denominazione in Futsal Femminile Pescara. Per il sodalizio adriatico, come lo scorso anno, è pronta a scendere sul parquet Aida Xhaxho. Abbiamo raggiunto per una breve intervista la calcettista classe ’93, punto fisso della Nazionale di Francesca Salvatore e fresca Campione d’Italia anche nel beach soccer con la Sambenedettese.

Aida nello scorso anno si è ripartiti dopo la pandemia. Come è stato tornare a giocare senza pubblico?
“Il pubblico all’interno del palazzetto è veramente una forza in più secondo me: si sente tutto amplificato e questo è molto stimolante. Ora sembrerebbe che il peggio sia passato e mi sembrano ricordi lontani visto che le finali scudetto l’abbiamo giocate con il pubblico, se pur con un numero ristretto. Molti campionati però hanno visto l’impossibilità di  poter giocare nei mesi scorsi: quindi ad ora mi sento di dire che, nonostante senza pubblico, siamo state fortunate a poter riprendere allenamenti e partite a porte chiuse. I nostri tifosi sono stati sempre presenti con messaggi d’incoraggiamento sui social e ci tengo ancora a ringraziarli”.

La regular season vi ha visto poi terminare al secondo posto finale. Come è andata la stagione?
“Siamo rimaste soddisfatte del cammino in campionate ed eravamo consapevoli di avere tutte le carte per giocarci tutto ai playoff. Durante la stagione non avevamo mai mollato, abbiamo solamente migliorato e corretto alcune cose per affrontare le favorite della regular season nel migliore dei modi”.

Dopo i play-off con Città di Capena e Kick Off la finalissima con il Città di Falconara. Nelle tre gare  è saltato sempre il fattore campo. Che emozioni avete provato durante questi match? Quali dopo la vittoria?
“Durante i match finali le sensazioni mie sono ancora molto nitide, ho visto una coesione pazzesca tra tutti, giocatrici, staff tecnico e società. Eravamo sotto di due gol ma durante l’intervallo nessuna di noi pensava al risultato: avevamo solamente la voglia matta di ribaltare la partita. E così è stato, nel giro di pochi secondi è successo quello che tutte noi sognavamo succedesse. Il Futsal è bello per questo, nel giro di pochi secondi tutto può essere ribaltato e stravolto. Dopo il fischio dell’arbitro è partita una festa durata giorni, eravamo tutte senza voce. Una gioia infinita”.

Nelle settimane scorse il rinnovo con il Futsal Pescara. Hai mai avuto dubbi? Cosa è cambiato con il passaggio da Montesilvano a Pescara?
“Nessun dubbio: giocare con il tricolore sul petto era un mio desiderio.  La società ha cambiato nome ma non identità, stessi valori e stesso clima, quindi felicissima di essere rimasta”.

Ci sono stati innesti rispetto allo scorso anno? Come sono andati i primi giorni di lavoro?
“Primi giorni di lavoro sono andati molto bene, c’è entusiasmo nell’aria e tanta voglia di ripartire subito con le partite! Una grande fortuna è che ci conosciamo già tutte e questo facilita un pochino l’inizio, ci sono stati due innesti che io personalmente già conoscevo e sono sicura che si troveranno molto bene con il nostro gioco, compagne e staff”.

Quali sono gli obiettivi di squadra per l’annata alle porte?
“L’obiettivo principale è sempre quello di onorare questa maglia che ha sempre detto la sua nella massima seria, a maggior ragione quest’anno che giochiamo con lo scudetto. Questo sarà un nuovo capitolo e scenderemo in campo con la massima umiltà e determinazione che ci contraddistingue”.

Per te invece che stagione sarà?
Io mi sento molto bene, sono a disposizione del mister e della squadra, sono pronta a dare il mio contributo per questa maglia come al solito”.

Capitolo Nazionale, un test alle porte e poi il ritorno alle gare ufficiali. Quanto ti mancava tutto questo?
“Tanto, tantissimo! La Nazionale è sempre un emozione unica e irripetibile, ogni chiamata è come se fosse la prima. Doppio test contro la Russia per preparare al meglio le qualificazioni agli Europei. Un periodo molto intenso a livello sportivo ma anche molto stimolante per me. Non vedo l’ora”.

Credit Photo: Federica Lattanzio