Credit: Carlo Silvestri

La scorsa domenica la Villa Imperiale Planet, squadra della Serie A di futsal, ha vinto per 2-4 il derby contro l’Audace Verona, balzando cosi a 9 punti in classifica. Nelle ore scorse in casa aranconera abbiamo raggiunto Anna Maddalena, che da questa estate si è legata alla VIP C5. Queste le parole della classe ‘99, che ha indossato le maglie del Città di Thiene oltre quella della rappresentativa veneta vincente nell’ultima edizione del Torneo Delle Regioni.

Anna Maddalena sul successo nel derby di domenica scorsa contro l’Audace Verona:
“È stata una gara molto intensa sia dal punto di vista fisico che emotivo. Abbiamo saputo concretizzare al meglio le occasioni avute per poter raggiungere l’obbiettivo prefissato, ovvero i tre punti”. 

Sulle vittorie con Pelletterie e Foligno e sulla partenza in stagione
“Questi due successi ci hanno dimostrato che stiamo lavorando bene e con costanza e determinazione i risultati arrivano. Era fondamentale partire con il piede giusto per affrontare la stagione al meglio, dato che sarà un percorso lungo e tortuoso e queste vittorie hanno dato entusiasmo e fiducia al gruppo”.

 Sulla sconfitta di misura con la Lazio e sulla prossima gara con il Tikitata:
“Con la Lazio è stata una partita difficile anche perchè sapevamo di trovare una squadra ostica e agguerrita. Purtroppo non siamo riuscite ad essere ciniche sotto porta. La prossima sarà la sesta partita di campionato, per questo siamo più consapevoli sugli aspetti da migliorare. Sappiamo che affrontiamo una squadra con un roster di tutto rispetto ma non per questo abbiamo intenzione di adattarci al loro gioco. Sfrutteremo al meglio il fattore campo dato che giocheremo in casa e avremo il supporto dei nostri tifosi”.

Sul passaggio alla Serie A:
“È stato un salto molto importante e stimolante. Sicuramente i ritmi sono più alti, la mentalità è diversa, il sacrificio é evidente perché conciliare la vita sportiva e quella lavorativa è complesso. Sono certa, però, che da questa esperienza potrò crescere sia classicisticamente sia personalmente”.