Tra le note liete del 2021 nel mondo del futsal femminile sicuramente si è tagliato il suo spazio il Bitonto. La società presieduta da Silvano Intini dopo il successo nel girone D di Serie A2, e la conquista della Coppa Italia di categoria, l’impatto in Serie A è stato davvero ottimo. Uno dei nuovi innesti nel club pugliese è Marfil Errico. Per la calcettista classe 2022 si tratta di un ritorno, dopo l’esperienza con la Pink Bari: abbiamo raggiunto per qualche battuta proprio l’atleta originaria di Mola di Bari che sabato ha esordito nel derby contro lo Statte.
Marfil sei approdata a Bitonto nei giorni scorsi. Cosa ti ha portato a sposare questo progetto?
“Quest’anno mi sono posta l’obiettivo di provare una nuova esperienza, quella del calcio a 11, l’ho fatto perché non avrei mai voluto vivere con il rimorso di non averci provato. Sono una ragazza determinata e ambiziosa, che preferisce provare piuttosto che rinunciare. Quest’esperienza, d’altronde, mi è servita davvero tanto perché mi ha portata a maturare la consapevolezza, che ciò che mi faceva battere davvero il cuore era all’interno di un palazzetto. Dimostrazione di questo, è stata quella di assistere ad una delle partite del Bitonto, occasione in cui, dire di aver avuto i brividi e il cuore in gola, risulta riduttivo. Inutile dire che da quell’istante è rinata in me quella voglia, quell’emozione, quella passione che non si accendeva da un bel po’”.
Quali sono i tuoi obiettivi e quali per questa nuova avventura?
“Sicuramente tra gli obiettivi principali vi è quello di raggiungere una tranquillità personale, uno stato d’animo sereno e felice. Dal punto di vista calcistico, vorrei riprendere da dove ho lasciato e continuare questo percorso di crescita e di maturazione. A tal proposito mi ritengo molto fortunata perchè l’ambiente e il gruppo in cui sono stata accolta è colmo di esperienza: qui per poter apprendere solo dai e dalle migliori. Vorrei continuare a dimostrare, che nonostante la giovane età, ci si può ,all’interno del rettangolo di gioco o nello stesso spogliatoio, distinguere dagli altri”.
Fisicamente arrivi già pronta? Speri di poter dare il tuo contributo da subito?
“Durante i mesi che hanno preceduto il mio ritorno a Bitonto, ho lavorato regolarmente con la Pink Bari e non ho mai smesso di allenarmi sia dal punto di vista fisico, tecnico e tattico . Pertanto dal punto di vista fisico ritengo di essere pronta e spero nel mio piccolo di poter contribuire ai successi di questa grande famiglia”
Per te si tratta di un ritorno al calcio a 5, che ricordi hai dei tuoi trascorsi nel futsal?
“Posso dire che non l’ho mai lasciato a tutti gli effetti il calcio a 5: inconsciamente è sempre stato parte di me ,un pensiero costante e fisso nella mia mente e non solo… Sono nata nel Futsal, non potrei che avere ricordi, trascorsi e soddisfazioni personali del tutto positivi, a partire dal disputare una partita a livello internazionale con la propria nazione, segnare il primo goal della manifestazione, mettere a segno più reti nel campionato nazionale, fino ad arrivare a vincere campionato e coppa Italia nello stessa stagione”.
La squadra sta andando alla grande, che umore hai trovato al tuo arrivo in città?
“Conosco alla perfezione la cittadina bitontina, tifosi calorosi che supportano la loro città in qualunque modo e con qualunque mezzo, anche a distanza. Percepisco la città orgogliosa e fiera della propria squadra e dei successi a cui sta approdando , poiché riesce e sta riuscendo ad omaggiaste e portare in alto la città di Bitonto”.
Hai seguito un po’ questo campionato? Ti aspettavi questo equilibrio?
“Nonostante fisicamente mi sia allontanata dai rettangoli del Futsal, non ho mai smesso di seguire campionati e squadre. È un campionato avvincente e competitor con squadre con obbiettivi precisi e giusti mezzi per raggiungerli. Alla luce di queste considerazioni, non rimango spiazzata nel trovare una situazione di tale equilibrio nel campionato in corso”.
Cosa ti auguri per il 2022?
“Sicuramente che la squadra possa arrivare a raggiungere gli obbiettivi prefissati. Dal punto di vista personale spero di migliorare in vari aspetti. Non nascondo la mia voglia di allenarmi e scendere in campo, mettermi in gioco, soprattutto dopo il periodo in cui sono stata lontana dai palazzetti del Futsal. Vorrei fare il tutto divertendomi e godendomi il tutto, poiché ritengo che il sacrificio, divertimento, passione con cui si affronta il tutto, rappresentino la marcia in più, gli ingredienti segreti per poter concretizzare e raggiungere grandi successi. Sono una ragazza ambiziosa, con tanta voglia di migliorare e imparare e purtroppo non temo nulla”.
Sabato il tuo ritorno sul parquet. Che sensazioni hai avuto?
“Per me è stato bello rientrare in campo con questa maglia anche se è coinciso con un risultato positivo per noi. Però le prime sensazioni sono state positive, sono sicura che verranno risultati e belle partite”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here