La Coppa Italia riprende di nuovo la strada di Firenze. Il trofeo sembra strameritato dalle ragazze di Fattori e Cincotta reduci da un finale di stagione entusiasmante: 10 vittorie nelle ultime altrettanto gare (6 in Campionato e 4 in Coppa). La partita è stata dominata dalla Fiorentina Women’s e il risultato finale non è stato mai in discussione. Un primo tempo in cui le bresciane sono state letteralmente annichilite dalle più pimpanti atlete viola. Nel ripresa la Fiorentina rallentava il ritmo controllando comunque agevolmente la gara. Mi unisco agli applausi dei tanti tifosi viola presenti a Noceto e faccio i miei complimenti a tutte le giocatrici e allo staff viola.

Stéphanie Öhrström: Praticamente mai impegnata ma quando succede sfodera la solita parata salva gol su tiro di Cristiana Girelli. Incolpevole sulla punizione magistrale sempre di Cristiana Girelli. Attenta. 7.

Alia Guagni: Quando allunga in progressione semina il panico tra le avversarie, continua a essere sempre presente in difesa e a proporsi in attacco. Cuore di capitano. 7.

Alice Tortelli: Grande prova di Alice autrice di ottimi e tempestivi interventi in difesa. Non lascia passare nessuno, Daniela Sabatino riesce a scapparle una volta ma solo in azione nulla per fuorigioco. Baluardo. 7.

Elena Linari: Gioca con la solita padronanza in difesa cercando sempre e con successo l’anticipo sulla pericolosa e veloce Valentina Giacinti. Nella ripresa sarebbe anche arrivata al gol, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco apparso dubbio. Fondamentale. 7,5.

Elisa Bartoli: Sulla sua fascia non passa nessuno e non è più una novità, ferma sempre con efficacia le offensive della giovane e brava Martina Tomaselli. Da una sua lunga rimessa con le mani, sfiorata da Alice Parisi, nasce il gol di Ilaria Mauro. Rocciosa. 7,5.

Greta Adami: Gioca una grandissima quantità di palloni dimostrando una presenza costante nel centrocampo viola. Affidabile. 7.

Marta Carissimi: Molto attiva a centrocampo, specialmente nel primo tempo, anche se veniva da un infortunio alla caviglia. Arriva anche e per ben due volte al tiro. Presente. 7.

Alice Parisi: Quando l’azione passa dai suoi piedi succede sempre qualcosa di pericoloso. È sempre un punto di riferimento per le sue compagne e partecipa anche all’azione che porta al primo gol viola. Riferimento. 7.

Tatiana Bonetti: Tatiana è giocatrice di classe cristallina e lo dimostra in maniera lampante quando calcia la punizione dai 25-30 metri, da lei stessa procurata. Ne scaturisce un tiro incredibile che picchia sotto la traversa e poi rimbalza in rete carambolando forse sul portiere bresciano Camelia Ceasar. Si tratta del suo quinto gol in coppa in 3 gare giocate, gol che si aggiungono agli 11 segnati in campionato. Formidabile. 8.

Ilaria Mauro: Quando entra in azione mette in agitazione tutta la difesa avversaria. Su una lunga rimessa con le mani di Elisa Bartoli, sfiorata da Alice Parisi, Ilaria Mauro segna un gol strepitoso, da vero centravanti, girandosi in un fazzoletto da posizione defilata e scaraventando la palla in rete. Bomber. 8.

Patrizia Caccamo: Ci prova più volte a scardinare la difesa bresciana e alla fine trova un gol strepitoso dal limite dell’area, un bolide che si infila all’incrocio dei pali. Imprendibile. 8.

Valery Vigilucci: al 76′ rileva Patrizia Caccamo ma non ha il tempo per mettersi in mostra. Ingiudicabile. S.V.

Ellie Brazil: al 89′ rileva Tatiana Bonetti ma non ha il tempo per mettersi in mostra come vorrebbe e fa intuire in un paio di azioni. Ingiudicabile. S.V.

Fattori e Cincotta: Mettono in campo la formazione base che dominò nella scorsa stagione e a questa Fiorentina basta un tempo per domare le leonesse bresciane e portare di nuovo a casa la Coppa Italia. Ottimi. 7.

Terna arbitrale: L’arbitro Stefania Menicucci di Lanciano e i suoi assistenti Nidaa Hader e Roberta Russo giudicano bene in occasione del fuorigioco fischiato a Daniela Sabatino che è oltre Alice Tortelli al momento del tocco di Cristiana Girelli. Qualche dubbio rimane invece sul gol annullato ad Elena Linari che sembra essere dietro un difensore bresciano e forse anche dietro la linea della palla al momento del tocco di testa di Greta Adami. Sufficiente. 6.

Brescia CF: una menzione per Cristiana Girelli che realizza un fantastico gol su punizione e risulta essere sempre la più pericolosa tra le bresciane.

 Credit Photo: ACF Fiorentina facebook