Il Lumezzane Women si fa eliminare dall’Obermais nella semifinale di Coppa Italia Eccellenza, al termine di una partita nel quale le lumezzanesi hanno sprecato tanto, cosa che invece le calciatrici di mister Michele Pinto, che aveva dodici giocatrici rispetto alle lumezzanesi che ne avevano diciotto, hanno invece saputo cogliere al balzo tirando due volte e segnando altrettanto. Anche la terna arbitrale ci ha messo del suo facendo qualche sbaglio, ma le valgobbine dovrebbero prendersela con sé stesse che con l’arbitro.

La prima vera occasione della partita arriva al 9’, quando Ronca ruba palla a Vuerich, e calcia sparando alto. I ritmi, però, sono blandi, dato che si gioca nel tardo pomeriggio, e il caldo lo fa da padrone, ma l’incontro è comunque avvincente, e al 12’ Ronca viene trattenuta alla maglia da un difensore biancazzurro in area ospite e cade, ma Cerea di Bergamo decide di non dare rigore alle valgobbine. Al 17’ punizione dalla sinistra di Locatelli, una biancazzurra tocca la palla e la manda in angolo. Passano quattro minuti e Martino viene messa giù in area da Pomella ma, anche qui, l’arbitro decide di lasciare andare. Sessanta secondi dopo ci prova Capelloni con una conclusione a giro, ma Innerbner para in due tempi. Le lumezzanesi vanno vicinissime al vantaggio alla mezz’ora, quando Ronca, su punizione dalla sinistra, calcia in porta, Innerbner para, e Vuerich, sulla linea, evita lo svantaggio meranese. Le rossoblù ci provano, sempre da fermo, al 38’ con Locatelli da 35 metri, ma termina a lato. Al 43’ si vede l’Obermais con una conclusione di Pfoestl docile per Picco.

La ripresa si apre con una botta dalla lunga distanza di Peer con Picco che la prende in scioltezza. Al 50’ momenti di apprensione per Martino che ha ricevuto un colpo involontario alla testa, ma la situazione rientra alla normalità in pochi istanti. L’Obermais, in ogni caso, ci prova con un calcio da fermo di Peer che, però, va fuori. La gara viene ancora fermata al 58’ per uno scontro tra Santoro e Barbacovi, ma alla fine tutto si risolve nel migliore dei modi. Al 61’ Jana Zipperle, su suggerimento di Pfoestl, mette il diagonale sul quale Picco può solo guardare, e l’Obermais va in vantaggio. Il Lume prova a reagire e Locatelli, al 64’, ha la palla del pareggio, ma il palo gli dice di no. Al 66’ Cerea decreta una punizione dal limite destro del campo biancazzurro, nonostante una calciatrice dell’Obermais avesse toccato la palla dentro l’area ospite, ma l’esito è negativo. La gara si sposta al 77’ quando Ronca tira dai 20 metri, Innerbner para in maniera goffa e sulla ribattuta c’è Messali, ma conclude fuori. A dieci minuti dalla fine l’Obermais trova il raddoppio: Anna Peer sfrutta il retropassaggio errato di Zamarra, vola davanti a Picco e mette la palla alle sue spalle. Con questa rete l’Obermais va in finale, mentre al Lumezzane rimane il rancore di aver gettato al vento una gara che avrebbe potuto dare l’accesso all’atto conclusivo della Coppa Italia di Eccellenza.

LUMEZZANE WOMEN: Picco, Forelli, Brocchetti (79’ Zamarra), Locatelli, Dolfini, Vallante (45’ Rota), Santoro (84’ Appiah), Massussi, Ronca, Capelloni (45’ Messali), Martino. A disp: Cancarini, Moraschi, Cirillo. All: Brusa.
OBERMAIS: Innerbner, Pomella, Tulumello, Pfoestl, Tcshoell, Egger, Barbacovi, Zipperle, Peer, Busin (72’ Francesconi), Vuerich. All: Pinto.
ARBITRO: Cerea di Bergamo.
MARCATRICI: 61’ Zipperle (OBE), 80’ Peer (OBE).
AMMONITE: Vuerich (OBE).

Photo Credit: Elia Soregaroli

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here