Photo Credit: Hajar Maarouf

Nel primo pomeriggio dello scorso 7 gennaio, l’Angelo Baiardo e lo Spezia calcio femminile hanno dato spettacolo al “Mauro Morgavi” di Genova, giocandosi il passaggio del turno in Coppa Italia senza esclusione di colpi. Partita inizialmente in discesa per le spezzine, in vantaggio grazie all’incornata vincente di una Maria Ruzafa Lozano in grande spolvero. Ottima, però, anche l’immediata e rabbiosa reazione delle padroni di casa, capaci di rimontare e passare addirittura in vantaggio con il tandem Donati – Traverso entro la fine del primo tempo.

Nel corso della ripresa, la doppietta della talentuosa attaccante del Baiardo in prestito dal Genoa Women (Giada Traverso n.d.r.) sembrava infine aver chiuso definitivamente i giochi in favore delle genovesi. Il calcio, però, è imprevedibile e, nei momenti di maggiore difficoltà, è spesso una giocata improvvisa o l’acuto di un talento a far saltare il banco. A un quarto d’ora dal triplice fischio, infatti, gli sforzi e la spinta offensiva delle aquilotte è stata ripagata dopo ben 3 traverse e 1 palo. Prima la rete di Queni Suaila Cardoso e poi la grande doppietta della statunitense Lauryn Gamache hanno regalato allo Spezia una pazzesca vittoria in rimonta e l’accesso agli ottavi.

Con la tenacia e la passione messe in campo per l’intera durata del match, entrambe le squadre sono meritevoli di aver regalato spettacolo a tutti i presenti, dando vita ad un incontro acceso e aperto fino agli ultimi secondi prima del triplice fischio.
Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Essendo stato, in passato, responsabile della rubrica sportiva presso LiguriaToday, ho avuto la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.