La sfida in vetta del Girone A tra il Torino Women ed il Moncalieri Calcio 1953 termina con il giusto risultato di parità: 1 a 1. Una gara che ha visto un equilibrio di gioco, dal primo all’ultimo minuto, che ha visto sul campo carattere e buone capacità tecniche per una sfida che la capolista temeva per queste ultime tre gare di campionato. Un campionato giocato dal Moncalieri a livelli altissimi: nessuna sconfitta, tre pareggi e dodici vittorie che lo proiettano, di fatto, alla vittoria finale ha trovato la grinta granata a frenare le undici di mister Baccino.

Anche le granata di Pilly Piantella non sono da meno: i sessantasette gol, ad oggi, messi a segno in questa categoria evidenzia il potenziale in attacco che le sue “torelle” hanno dimostrato in questa categoria. Se poi calcoliamo che la metà delle reti (33 centri) sono state messe a segno dalla sua numero 10: Erika Ponzio, attuale capocannoniere indiscussa del girone, si capisce l’ottimo livello tecnico delle due società in campo.

Ritornando alla gara, in una prima frazione che ha visto due ottime occasioni per parte, si segnala la giornata positiva delle sue numero uno, ovvero, di Valery Olivetti sul destro a rete di Erika Ponzio; e di Beatrice Grometto su Giulia Pasquarello: due grosse occasioni che avrebbero alzato lo score ma non cambiato il risultato finale.

Nella ripresa, dopo la rete del vantaggio ospite a cura di AnnaMaria Stranieri, le padrone di casa non mollano la grinta e la voglia di reagire ed è grazie alla tenacia del suo capitano Ponzio che ritrovano, poco dopo, il gol del pareggio. Una partita giocata con molto fair play in entrambe le squadre, e sopra tutto a ritmi di gioco molto elevati che dopo i cambi di rito da parte del Moncalieri ha visto le undici di Piantella soffrire a denti stretti la mancanza dei cambi di rito. Complice gli infortuni, che hanno visto il Torino dover anche abbandonare la gara di ritorno contro il Novara in Coppa Italia, e le assenze in panchina le undici titolari hanno dovuto gareggiare per novanta minuti senza usufruire del fiato e la forza di eventuali riserve di panchina.

Questo handicap premia ancora di più la prestazione di quest’ oggi, come evidenzia il suo capitano Ponzio al termine dell’ incontro: “questo è sicuramente un anno particolare, perchè ci sono stati molti cambiamenti e molte ragazze sono andate in altre società e pertanto mi sono presa sulle spalle questa squadra, che conosco da anni e per la quale credo molto, ma questo gruppo sebbene contato stà giocando un campionato di sacrificio e sopra tutto di cuore. L’obbiettivo di vittoria, sempre, è nel nostro dna e lotto e credo in questo obbiettivo in ogni gara per me e per tutte le mie compagne”.

Con questo risultato il Moncalieri resta saldamente al comando e tiene a distanza le rivali, mancano ancora tre gare (9 punti fondamentali) e pertanto il campionato non è ancora chiuso e promette ancora tanto buon gioco per questo movimento in forte crescita.

Credit Photo: Alessia Taglianetti

 

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.