Cresce l’attesa per Italia-Svizzera, la sfida di domani a Palermo (calcio d’inizio ore 17,30, diretta tv su Rai2) che potrebbe segnare un momento di svolta nella storia del Gruppo G di qualificazione ai prossimi Mondiali. “Questa finestra internazionale – sottolinea la Ct Milena Bertolini, nella conferenza stampa di presentazione della gara – che prevede non solo questo scontro diretto, ma anche la partita in Romania di martedì prossimo, contro la terza forza del girone, può lasciare un segno deciso sulla strada verso i Mondiali: uscire da questo doppio confronto con dei risultati positivi ci permetterebbe di affrontare in maniera più semplice il resto del percorso”.

Alla forza dell’avversario di domani, si sono aggiunte altre difficoltà per le Azzurre, viste alcune pesanti assenze – soprattutto nel settore di centrocampo – per infortuni e positività al Covid: “Per gli imprevisti che abbiamo incontrato, questa vigilia – prosegue Milena Bertolini – mi ricorda quella vissuta in Portogallo delle scorse qualificazioni alla Coppa del Mondo, quando contro le lusitane un virus colpì la squadra: con la partita alle 18, alle 11 non sapevo ancora su chi poter fare affidamento… Domani avremo alcune assenze pesanti e qualche giocatrice dovrà adattarsi, ma quando c’è la disponibilità, si può sopperire a tutto. Alleno queste ragazze da tanto tempo e mi hanno sempre dimostrato quello che hanno, dando tutto in campo: l’obiettivo di andare ai Mondiali è sempre presente nella loro testa e il loro entusiasmo è un aspetto estremamente positivo”.

Credit Photo: Andrea Amato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here