Dopo i successi di Roma, Sassuolo e Milan negli anticipi del sabato, si aggiudicano tre punti anche Juventus e Inter, che battendo Verona ed Empoli ricompattano il gruppo delle prime cinque. Brutta sconfitta invece per la Viola di Panico, che al “Bozzi” perde 2-0 col Napoli e rimane ottava in classifica a 14 punti. Al comando invece ci sono sempre le bianconere di Montemurro, che sul campo dell’Hellas passano 1-0 e mantengono il primato a quota 40.

Nella prima frazione della gara andata in scena a Vigasio alle 14.30 è la Juve a cercare il gol con insistenza: prima Gama che spedisce a lato, poi Staskova – troppo centrale sul portiere – e soprattutto Boattin, che con un insidiosissimo tiro dalla distanza costringe Haland a una super parata. Alle bianconere però sembra mancare cattiveria sotto porta e al 45’ il parziale non cambia. A inizio ripresa la Vecchia Signora sfiora il vantaggio con Nilden che colpisce il palo, ma è al 52’ che il punteggio si sblocca: Staskova porta palla sulla sinistra, mette in mezzo e Lotti nel tentativo di anticipare proprio Nilden beffa il proprio portiere. Le ospiti dopo il vantaggio sembrano in controllo del match, ma al 65’ Zamanian viene espulsa per doppia ammonizione e sulla punizione dal limite guadagnata da Ledri nel contrasto con la bianconera e calciata da Cedeño, deve superarsi Aprile. Per evitare che le padrone di casa guadagnino metri, Montemurro inserisce Hurtig e Bonansea; entrambe vanno vicino al 2-0 che chiuderebbe la gara ma la difesa gialloblù non concede spazi e riesce a respingere i tentativi sia dell’azzurra che della svedese, tenendo aperto il match. Niente da fare però sul piano del risultato: al triplice fischio sono tre punti per la Juve, sofferti ma fondamentali per cristallizzare il primo posto.  

Vince, nell’altra gara delle 14.30, anche l’Inter di Guarino, che batte 3-2 l’Empoli e si conferma 5ª forza del campionato con 29 punti raccolti. Sul campo delle nerazzurre il parziale si sblocca dopo appena 13’: cross di Pandini, stoccata di testa di Bonetti e vantaggio fulmineo delle lombarde. Dopo sei minuti si concretizza il raddoppio, firmato da Njoya ma favorito anche dall’errore di Capelletti sul retropassaggio di Bardin. La gara è a senso unico e poco prima della mezzora l’Inter cala il tris con Karchouni: filtrante perfetto di Bonetti, stop della francese e sinistro fatale per l’estremo difensore dell’Empoli. Alla fine del primo tempo accorcia le distanze la formazione toscana con Dompig, rapida ad approfittare di una disattenzione della retroguardia nerazzurra. Nella ripresa le undici di Guarino sono brave a congelare la partita e a neutralizzare i tentativi di Prugna e Cinotti; ma al 92’ le ospiti vanno a bersaglio con Nocchi, che trasforma l’assist di De Rita e lancia l’assedio finale. All’ultimo respiro ci prova proprio De Rita, ma Durante le dice di no e al triplice fischio le padrone di casa festeggiano il nono successo nella competizione 21/22. Ko amaro al contrario per le toscane di Ulderici, l’8° rimediato nel campionato in corso, che le vede in piena zona retrocessione al quartultimo posto.

A due sole lunghezze di vantaggio sull’Empoli c’è la Fiorentina di Panico, che dopo il convincente pareggio strappato sul campo della Juventus, perde 2-0 in casa col Napoli e registra la quarta partita di fila senza vittorie nel massimo campionato (solo nel novembre 2020 le viola avevano inanellato altrettante gare senza successi). Al “Bozzi”, dopo un primo tempo nel segno dell’equilibrio, le campane trovano il vantaggio: al 48’ Tui si inserisce tra due difensori, si defila sulla destra e, nel tentativo di crossare, il pallone termina alle spalle di Tasselli. Gol inaspettato per la modalità ma non per le occasioni create, sempre più nitide per le ospiti. Le toscane provano a rimettere in equilibrio la gara con una combinazione tra Boquete, l’ex Cafferata e Huchet, ma la francese di testa non trova la porta. Al 69’ invece, davanti alla porta, il Napoli non sbaglia: punizione di Severini, Jaimes svetta su tutte e di testa punisce ancora Tasselli. Termina 2-0 per le azzurre, che in virtù dei tre punti conquistati in questo turno fanno un netto balzo in classifica, portandosi a -1 dall’Empoli.  

La Serie A Tim Vision tornerà nel weekend del 26 e 27 febbraio per lasciare spazio alla Nazionale di Milena Bertolini, impegnata nell’Algarve Cup. 

Risultati dei posticipi della 14ª giornata di Serie A TimVision 2021-22

Fiorentina-Napoli Femminile 0-2
48’ Tui (N), 69’ Jaimes (N)

Inter-Empoli 3-2
13’ Bonetti (I), 19’ Njoya (I), 29’ Karchouni (I), 45’ Dompig (E), 90’+2’ Nocchi (E)

Hellas Verona-Juventus 0-1
53’ aut. Lotti (J)

Milan-Lazio 3-1
(giocata ieri)

Sampdoria-Sassuolo 1-3
(giocata ieri)

Roma-Pomigliano 5-2
(giocata ieri)

Programma della 15ª giornata di Serie A TimVision 2021-22

Sabato 26 e domenica 27 febbraio

Fiorentina-Lazio
Napoli Femminile-Hellas Verona
Sassuolo-Milan
Empoli-Juventus
Pomigliano-Sampdoria
Roma-Inter

Credit Photo: Andrea Amato