Inizia con una sconfitta indolore il 2023 della Nazionale Under 17 Femminile, battuta 3-2 dalla Norvegia nella prima delle due amichevoli disputata nel pomeriggio al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia. Un ko maturato nel finale, quando le norvegesi hanno ribaltato il risultato con la doppietta di Brennskag-Dorsin e il gol realizzato nel recupero da Trollsas Fenger. La partita sembrava in discesa dopo il doppio vantaggio firmato nel primo tempo da Beatrice Calegari e Marta Zamboni, ma l’ultimo spezzone di gara è risultato fatale all’Italia.

Poco male, visto che non c’erano punti in palio e che la squadra ha dato risposte positive prima di subire la rimonta negli ultimi dieci minuti, complici anche le otto sostituzioni effettuate da Jacopo Leandri che necessariamente hanno un po’ alterato gli equilibri: “Ma era giusto dare spazio a tutte le ragazze – sottolinea il tecnico – l’importante è farci trovare pronti per fine marzo”. Tra due mesi l’Italia volerà in Francia per affrontare nella seconda fase delle qualificazioni europee le padrone di casa e le pari età di Kosovo e Irlanda. “La prestazione – aggiunge Leandri – è stata ottima, anche se nel finale avremmo potuto evitare qualche errore. Alcune ragazze hanno chiuso la partita con i crampi, dopo la sosta natalizia hanno disputato solo un paio di partite e devono riacquisire il ritmo gara”.

Prima nazionale femminile a scendere in campo con le nuove maglie firmate adidas, l’Italia ha sperimentato OCEAUNZ, il pallone ufficiale della Coppa del Mondo Femminile di Australia e Nuova Zelanda. Al 28’ Beatrice Calegari (Inter) ha sbloccato il risultato su punizione e cinque minuti più tardi è arrivato il raddoppio ad opera di Marta Zamboni. Un gran gol quello dell’attaccante della Juventus, che ha pescato il sette con una conclusione al volo da fuori area. Nella ripresa, però, è arrivata la reazione della Norvegia, che nel finale ha prima raggiunto il pareggio con la doppietta di Brennskag-Dorsin per poi passare sui titoli di coda grazie al gol di Martine Trollsas Fenger, dopo che Carolina Tironi (Inter) aveva sfiorato la rete del nuovo sorpasso azzurro.

Venerdì (ore 11) al CPO di Tirrenia si replica, novanta minuti utili per trovare un pronto riscatto e per mettere benzina nelle gambe.

L’elenco delle convocate

Portieri: Erica Di Nallo (Sassuolo), Emma Mustafic (Juventus), Lavinia Tornaghi (Inter);
Difensori: Camilla Cini (Parma), Martina Cocino (Juventus), Simona Davico (Juventus), Greta Fornara (Inter), Azzurra Gallo (Juventus), Leda Gemmi (Milan), Vanessa Mutti (Inter), Marta Razza (Inter);
Centrocampiste: Beatrice Calegari (Inter), Micol Casella (Juventus), Valentina Donolato (Milan), Paola Fadda (Inter), Giada Pellegrino Cimò (Roma), Cristina Elena Pizzuti (Roma), Letizia Rossi (Milan), Sofia Testa (Roma);
Attaccanti: Greta Bellagente (Juventus), Emma Girotto (Sassuolo), Giorgia Termentini (Hellas Verona), Carolina Tironi (Inter), Marta Zamboni (Juventus).

Staff – Tecnico: Jacopo Leandri; Coordinatore delle Nazionali Giovanili: Enrico Maria Sbardella; Assistente tecnico: Elena Proserpio Marchetti; Preparatore atletico: Franco Olivieri; Preparatore dei portieri: Mattia Volpi; Match analyst: Nicolò Tolin; Medici: Michela Cammarano e Giulia Rescigno; Fisioterapista: Giuseppina Miranda; Nutrizionista: Andrea Carolina Striglio; Psicologa: Paola Regnani; Segretario: Giulia Taccari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here