Nell’Eccellenza lombarda, dopo il successo nel campionato di Promozione dello scorso anno,  ai nastri di partenza presente era in questa annata anche il Cesano Boscone. Il club meneghino, presieduto da Ettore Leporatti è guidato dal tecnico Luca Garaffoni e capitanato da Stefania Colonna. Nella realtà milanese milita la classe ’99 Alice Callegari, difensore al secondo anno con la casacca gialloblù Abbiamo raggiunto la quasi ventunenne, originaria di Milano, per conoscere meglio la realtà lombarda.

Alice come ti sei avvicinata al mondo del calcio?
“Mi sono avvicinata al mondo del calcio in punta di piedi, reprimendo, nei primi anni, la mia voglia esorbitante di dimostrare ciò che avessi dentro, di esternare quale fosse la mia passione. Ho iniziato a tirare i primi calci al pallone nel parchetto di fianco alla mia scuola elementare, cercavo sempre di non attirare l’attenzione delle persone, tendevo a nascondermi dai loro occhi per evitare pressioni o domande del tipo ‘ perché non vai a provare in qualche società ? Tutto questo veniva fatto per via del mio carattere molto chiuso, molto privato”.

Quali sono stati i tuoi primi passi nel calcio femminile?
Una volta superato il blocco caratteriale ho iniziato giocando per 3 anni con le Dreamers. Poi sono passata per un anno allora Pro Sesto ed infine sono approdata al Cesano Boscone, dove attualmente gioco da due anni”.

Come è andata la scorsa stagione per te e per la squadra?
La scorsa stagione è stata per me quella del riscatto. Riscatto perché l’anno prima, per una serie di circostanze, avevo perso quella luce negli occhi che mi aveva sempre contraddistinta. La squadra in cui gioco si é dimostrata, fin da subito, molto unita, o compatta e questo penso sia stato il nostro punto di forza, ciò che ci ha portate a vincere il campionato di Promozione. Come tutti sappiamo una partita si vince in 11, un campionato si vince con la perseveranza, con il lavoro di squadra”.

Che gruppo hai visto nei primi allenamenti di questa annata?
Tra l’anno scorso e quest’anno la rosa si è rinnovata. Alcune persone sono uscite e altre sono arrivate per poterla rinforzare ancora di più. Come in tutte le squadre però, all’inizio, c’è stato quel pizzico di timore nei riguardi delle nuove subentrate, questo perché, quando si crea un gruppo molto unito, l’ultima cosa che si vuole è permettere a qualcuno di poterlo rovinare; fortunatamente però posso affermare che i nuovi innesti si siano ambientati ed integrati molto bene, gli equilibri della squadra si sono consolidati ancora una volta”.

Come state vivendo questo momento di stop dei campionati?
“Questo periodo di stop lo stiamo vivendo, ancora una volta, con tanto rammarico, con tanta voglia di scendere in campo e di dimostrare ciò che siamo in grado di fare ma non come singole, come gruppo”.

Con quali ambizioni stavate affrontare il campionato?
Il campionato stava andando discretamente. Le ambizioni che abbiamo nel campionato sono rimaste le medesime o anzi, si sono rinforzate ancora di più, rispetto a settembre. Il periodo di stop, ci ha consentito di studiare ancora meglio le avversarie, dimostratesi molto agguerrite e di avere una visione ancor più chiara della situazione”.

Per finire il tuo più bel ricordo legato al mondo del calcio?
“Il mio ricordo più bello, per adesso, legato alla sfera calcistica è stato il giorno in cui, con le Dreamers, ho potuto confrontarmi con squadre di un livello superiore andando a giocare nei campionati a carattere nazionale. Questo giorno viene definito da me come ricordo più bello non per l’episodio in se ma soprattutto per l’enorme lavoro che c’è stato dietro, per la passione impiegata, per la costanza e la voglia di arrivarci”.

Christian Vitale
Mi chiamo Christian Vitale, sono un giornalista pubblicista con la grande passione per lo sport. Nell'estate del 2015, con amici, apriamo il sito Parametro Zer0, divertendoci a parlare del movimento calcistico in ambito nazionale. Nell'ottobre del 2015 inizio la collaborazione con Info Cilento, portale d'informazione che copre l'area a sud di Salerno. Comincio con una trasmissione in streaming in onda ogni lunedì, sul mondo del calcio dilettantistico, per poi scrivere con lo stesso portale nell'aprile del 2016. La collaborazione con Info Cilento, ancora viva ed intensificatasi nel 2017, mi ha portato a stringere rapporti con qualche emittente televisiva e radiofonica salernitana, con ospitate varie in trasmissioni sul calcio locale. Nello stesso anno inizio a scrivere con Le Cronache di Salerno, quotidiano della zona, mentre nel 2018 entro a far parte dell'ufficio stampa della Polisportiva Santa Maria, società di Eccellenza di calcio ad 11 maschile. Nel 2019 inizio a scrivere con altri due siti on line: Campania Football, in ambito regionale, e Salerno Sport 24, in ambito provinciale, oltre a curare la comunicazione della Folgore Acquavella Femminile, squadra di calcio a 5 iscritta nel torneo di Serie C2.