Photo Credit: Jesina Calcio Femminile

La Jesina continua a vincere e lo fa sul campo della Triestina con un coraggioso 1 a 2.

Sembra del tutto passato il brutto periodo che ha caratterizzato l’autunno biancorosso, con risultati positivo che faticavano ad arrivare. Dopo lo schiacciante 5 a 0 contro il Rinascita Doccia, la Jesina arriva sul campo di Monfalcone: dopo neanche un minuto è già sotto di un gol segnato da Paoletti. Strada in salita ma le marchigiane ci credono e finiscono la prima frazione di gioco in pareggio, con rete di Botti. È Zambonelli nella ripresa a siglare il sorpasso e a chiudere la partita, nonostante una Triestina combattiva e sempre volta all’attacco.

Aurora Modesti, difensore centrale classe 2001, descrive così ai microfoni di Calcio Femminile Italiano la sfida affrontata:
È stata una battaglia fino all’ultimo minuto: abbiamo preso gol dopo 30 secondi dal fischio di inizio ma siamo state veramente brave a non abbatterci e a iniziare una nuova partita. Abbiamo segnato con Botti e siamo state brave perché siamo riuscite andare negli spogliatoi con un pareggio.

Cosa vi ha detto il Mister durante l’intervallo?
Il Mister nello spogliatoio ci ha chiesto la voglia di vincere. Per questo siamo scese in campo veramente aggressive, con la voglia di portare a casa i tre punti e di dimostrare a tutti costi che li volevamo, perché ci servivano sia per la classifica sia per il morale.

Vittoria che fa sicuramente bene alla squadra e darà fiducia per i prossimi impegni: in primis il Portogruaro in casa.
Sì, anche se questa settimana non sarà sicuramente facile perché conosciamo il Portogruaro: è una squadra che non molla mai fino all’ultimo secondo, è molto fisica, quindi cercheremo di allenarci al meglio questa settimana per poter giocare domenica una partita degna del nome della Jesina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here