L’attaccante della Roma Benedetta Glionna, classe ’99, ha già superato la doppia cifra in quanto a presenze nella Nazionale maggiore. Dopo aver debuttato quattro anni fa, in amichevole contro la Francia (il 20 gennaio 2018), a diciott’anni si è a poco a poco ritagliata uno spazio con la maglia azzurra.

Benedetta ai microfoni di “Vivo Azzurro” confida il suo approccio con il calcio già a 6 anni, con un inizio come tutte: con le difficoltà di confrontarsi a giocare con i maschi, per proseguire fino ai 12, quando poi è approdata alle Fiamma Monza femminile.

Nelle giovanili azzurre l’atleta romana ha espresso carattere ed è cresciuta, come confida lei stessa: “Ho un bellissimo ricordo nelle Under 17 ed Under 19 mi ricordo in particolare una gara che ci ha viste nel girone con Serbia, Norvegia e Svezia (in casa della Norvegia) e nell’ultima partita dovendo per forza vincere per il passaggio turno, siamo riuscite a farcela al 90’, per 2 a 1 in rimonta ed è stato bellissimo”.

“La mia prima convocazione in Nazionale maggiore, ricorda Benedetta, ero a Torino nel mio primo anno di Juve e stavamo facendo un allenamento ad un certo punto viene da me Martina Rosucci che mi abbraccia e mi dice: ma lo sai che sei stata convocata in maggiore con noi? Ed io lo guardata incredula, pensavo mi stesse prendendo in giro, in realtà poi negli spogliatoi mi è arrivata l’ufficialità. E’ stato un altro ricordo molto bello ed inaspettato”.

“Indossare la maglia azzurra per me è una grande emozione, ed è un po il sogno che da piccole tutte le bambine ambiscono, difendere questi colori ed indossare questa maglia è un previlegio ed una emozione incredibile!”.

Gli obbiettivi di Benedetta restano quelli di crescere e migliorare, confessa, allenamento dopo allenamento ed il sogno nel cassetto è essere presente nella rosa delle ragazze di Milena Bartolini per la competizione ad Euro 2022 in Inghilterra.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.