Il Football Club Parabiago è una società situata a Parabiago, in provincia di Milano. Il club ha una squadra maschile che partecipa alla Seconda Categoria, ma ha anche una formazione femminile che debutterà nel Girone A di Promozione.
Tuttavia, il Parabiago ha iniziato il suo percorso in Coppa Lombardia chiudendo all’ultimo posto nel Girone 1.
Per questo abbiamo parlato con Giovanni Sala, Direttore Generale della società biancogranata che ci parlerà del progetto del Parabiago Femminile.

Giovanni cos’è per lei il Parabiago?
«Il Parabiago è una società gloriosa che vanta campionati professionistici. Da circa quattro anni la società è tornata a lavorare in modo costruttivo, vuoi perché abbiamo le strutture che sono di livello, vuoi perché abbiamo deciso di puntare sulle giovanili. E quest’anno abbiamo deciso di puntare anche sul femminile».

Cosa vi ha portato a investire anche nel calcio femminile?
«Il motivo per cui ci ha portato in questa stagione a creare una squadra femminile è il successo che ha avuto in questi anni il calcio in rosa a livello nazionale e internazionale».

Che formazione avete allestito quest’anno?
«Abbiamo costruito una squadra, realizzata dalla nostra DS Veronica Masi, con giocatrici che hanno esperienza calcistiche e molte ragazze che si affacciano per la prima volta al campionato federale».

Che obiettivi vi siete posti in campionato?
«Il nostro obiettivo è quello di aver allestito quest’anno la squadra, quindi vogliamo che si amalgami bene il gruppo e fare bene in campionato. Non ci poniamo traguardi».

Come valuta il percorso che hanno fatto le ragazze in Coppa Lombardia Promozione?
«È stato un percorso anomalo, perché abbiamo perso un paio giocatrici per infortunio, e poi abbiamo incontrato squadre come Lecco e Varese che hanno obiettivi importanti. Con la Virtus Cantalupo ce la siamo giocata, anche se abbiamo perso 1-0».

Parlando del Girone A di Promozione, quali sono le squadre che possono puntare in alto?
«Oltre al Lecco, che ha una squadra di livello superiore, posso dire il Città di Varese».

Cosa si aspetta dal calcio femminile milanese?
«Nel milanese ci sono tante società che puntano sul femminile, e quindi ci sono viaggi meno gravosi».

Quali possono essere le ambizioni future del Parabiago Femminile?
«L’ambizione non è quello di scalare le categorie con la Prima Squadra, ma avere un buon Settore Giovanile agonistico, con l’intento di avvicinare le ragazze al mondo del calcio».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la FC Parabiago e Giovanni Sala per la disponibilità.

Photo Credit: Giovanni Sala

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.