Tra i club di Eccellenza che puntano con forza al salto di Serie C è presente sicuramente il Parma: la squadra, guidata da Ilenia Nicoli, impegnata nel torneo dell’Emilia Romagna dopo 11 gare ha conquistato 30 punti con 65 reti siglate e solo una subita. Tra i palli della squadra ducale è presente Matilde Ravanetti, estremo difensore classe 2003 di Parma, che abbiamo raggiunto per qualche battuta sul campionato delle crociate.

Matilde siete tornate in campo dopo lo stop dell’anno passato. Come è stato restare lontano dai campi da gioco?
Restare lontana dal campo è stato molto difficile, soprattutto perchè la passione che ho nei confronti di questo sport è davvero enorme. Il calcio mi è sempre servito come sfogo, è sempre stato come un rifugio, qualcosa di liberatorio e trovare qualcosa che in quel periodo mi facesse lo stesso effetto è stato impossibile. La distanza mi ha però fatto capire quanto questo sport sia realmente importante ed è per questo che probabilmente sono ripartita molto più determinata di prima”.

In estate ha preso forma la nuova squadra guidata da mister Ilenia Nicoli. Cosa ha portato il nuovo tecnico?
“Con l’arrivo della nuova mister abbiamo sicuramente preso molta più confidenza in noi stesse e nelle nostre capacità. E’ stata in grado di insegnarci ad avere una mentalità vincente e molto più professionale. A livello tattico abbiamo anche inserito un nuovo modulo che ci sta portando ad ottenere buoni risultati”.

Per voi gli obiettivi erano importanti giusto? Quali erano i tuoi e quali quelli della squadra?
“L’obiettivo era chiaro fin dall’inizio: vincere il campionato. La squadra e lo staff ci hanno creduto fin da subito e i risultati gli stiamo ottenendo. I miei obiettivi coincidevano con quelli della società e in più con Alessandro, il preparatore dei portieri, ci siamo prefissati di non subire reti”.

Campionato quasi perfetto sino ad ora. Pensavate di andare così forte?
“Il campionato fino ad ora è stato molto positivo, siamo cresciute molto sia mentalmente che tatticamente e i risultati che ci eravamo prefissati gli stiamo ottenendo. Il percorso come ci dice la mister è però solo all’inizio, il campionato è lungo e non abbiamo ancora conquistato nulla. Siamo certe di essere sulla strada giusta ma dobbiamo continuare a lavorare così da poterci togliere grandi soddisfazioni”.

Il reparto difensivo ha tenuto alla grande con una sola rete subita ma tu hai tenuto la porta inviolata. Per te che campionato è stato sino ad ora?
“Personalmente il campionato sta andando molto bene, non ho subito reti e questa penso sia una delle soddisfazioni più grandi per un portiere. Adesso bisogna solo cercare di mantenere la porta inviolata fino ala fine”.

Che giudizio ti sei fatta sul vostro campionato?
“Il campionato di Eccellenza è un campionato in cui troviamo squadre attrezzate e organizzate ed altre, cresciute nel girone di ritorno, che all’inizio dovevano prendere fiducia. Resta per me un campionato che riserva delle sorprese e che può alle volte stupire nei risultati”.

Quali sono gli auspici per il 2022 questa maglia? Sognate la promozione?
“Questo 2022 sono sicura che ci farà vivere grandi emozioni, perchè l’impegno che ci stiamo mettendo può solo che essere ripagato. La promozione non la sogniamo, è una realtà concreta che sono sicura che continuando a lavorare così otterremo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here