5Lo scorso sabato lo Shardana Futsal, squadra del girone B di Serie A2 di calcio a 5 femminile, era impegnato nella trasferta di Pisa, vinta per 2-4 dal team sardo. Tre punti importanti quindi per la formazione isolana alla ricerca della permanenza nella categoria nazionale. A regalarci qualche battuta, prima della prossima sfida con il San Giovanni, è stata Maura Mattana, classe ’97 ex Atletico Oristano, che ci ha affermato:

“Sabato essendo uno scontro diretto è stata una gara molto sentita. Sapevamo di dovercela mettere tutta perché i 3 punti erano fondamentali per la classifica..
L’entusiasmo ci ha fatte partire molto bene, poi nonostante un momentaneo blackout che ha portato le avversarie alla parità, abbiamo tenuto duro e abbiamo fatto il terzo goal che ci ha sbloccate e ci ha poi condotto alla vittoria con un 4 a 2.  Anche la prossima gara sarà uno scontro diretto. Saremo in casa quindi ci teniamo particolarmente a vincere. Inoltre sono ultime in classifica quindi immagino siano molto agguerrite. Verranno per vincere, quindi dobbiamo mettercela tutta e non adagiarci”.

“Siamo capitate in un girone in cui c’è molta competitività. Essendo neo promosse e avendo una squadra in cui, buona parte di noi si interfaccia per la prima volta con il calcio a 5, ci abbiamo messo un po’ ad ingranare.
Però abbiamo lavorato tanto e, grazie ad un gruppo affiatato, si iniziano a vedere i risultati.
Credo che anche le nostre avversarie ci vedano in modo diverso ora, non ci affrontano più con la tranquillità e la leggerezza che avevano ad inizio campionato”.

È il mio primo anno nel calcio a 5 e all’inizio ho avuto qualche difficoltà, tra cui un infortunio appena cominciato il campionato. Infatti dopo la prima partita mi sono fatta male e sono rimasta ferma per circa tre settimane. Per fortuna al mio rientro, grazie all’ aiuto delle mie compagne e della società, sono riuscita a riprendere a pieno ritmo e ad oggi mi ritengo soddisfatta dei progressi fatti anche se so che ho ancora molto da imparare.
Spero di continuare a dare il mio contributo impegnandomi al massimo, per raggiungere il nostro obiettivo: la salvezza”.