Photo Credit: Elia Soregaroli

Il Casalmartino termina il 2022 venendo sconfitto dalla 3Team Brescia Calcio nel primo turno del Girone B della fase lombarda di Coppa Italia Eccellenza. La formazione rossoverde, nonostante l’1-0 subito, ha dimostrato di lottare contro le biancazzurre dal primo all’ultimo minuto. E darcene conferma è l’allenatore delle mantovane, che in campionato sono decime con diciassette punti, Maurizio Arvani.

Maurizio quanto vale questo risultato?
«La squadra ha mostrato di avere una reazione molto positiva al gol subito, creando azioni molto importanti. Faccio i complimenti nostre ragazze che, contro la 3Team, hanno mostrato sul campo tutto quello che avevano».

Questa prestazione può essere importante in vista del girone di ritorno previsto per il ritorno?
«Assolutamente, perché abbiamo fatto una buonissima andata. Ci manca poco per raggiungere la salvezza. Abbiamo tante battaglie e vorrei che la squadra lottasse come ha fatto in questo momento per portare a casa punti pesanti».

Delle partite che ha disputato in campionato il Casalmartino all’andata c’è una che la squadra vorrebbe rigiocare?
«Sinceramente abbiamo fatto bene con le grandi, mentre abbiamo fatto fatica con squadre meno accreditate. Nel compenso abbiamo ottenuto quelle gare che c’erano da vincere, anche se in alcune partite abbiamo perso qualche punto nei minuti finali».

Che regalo vorresti sotto l’albero di Natale?
«Mi piacerebbe recuperare quelle ragazze che possano integrare la rosa sia dal punto di vista numerico che a livello qualitativo».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia l’ASD Casalmartino e Maurizio Arvani per la disponibilità.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.