Dopo la partita che ha visto il Ravenna Women perdere in trasferta contro il San Marino Academy, il Mister delle giallorosse Massimo Ricci ha risposto a qualche domanda facendo un bilancio dell’ andamento della partita.
Si è detto comunque soddisfatto della prestazione della sua squadra che era ben presente in campo. E’ presente, ovviamente, un po’ di amarezza per la sconfitta ma si tratta di un episodio perché nel complesso il Ravenna è in fase di crescita.

Allora Mister, cosa è cambiato rispetto alla vittoria di una settimana fa? Dove è mancato il Ravenna oggi?
“Direi che non sia mancato da nessuna parte, la partita l’abbiamo sempre fatta noi quindi poi gli episodi in una partita determinano questo risultato, tutto qua”.

E’ arrivato tardi il goal di Scarpelli che ha riaperto ma ormai a tempo scaduto la partita, ci ha creduto comunque il Ravenna oppure a quel punto pensavate che ormai fosse andata?
“Bhe no, noi fino a quando non fischia l’arbitro siamo una squadra che deve pretendere di dare tutto quello che abbiamo. Poi dopo il campo da un verdetto che spesso è buono, e lo accettiamo, come l’amarezza che abbiamo dentro di noi”.

Ora che c’è la sosta si può fare un minibilancio. A che punto è il Ravenna?
“Il Ravenna è in fase di crescita. Nonostante i risultati siano altalenanti, le prestazioni da due partite a questa parte no. Quindi dobbiamo andare a testa alta e guardare sempre l’orizzonte perchè comunque noi dobbiamo arrivare là e se guardiamo per terra non arriviamo là e cadiamo a due cm da noi stessi. Non è la squadra che vogliamo noi, insomma”.

Sono nata in provincia di Cagliari il 29/08/1992. Frequento l'università a Cagliari ad indirizzo pedagogico. La mia passione per il calcio è nata quando ho iniziato a seguire questo sport perchè mio fratello è un grande tifoso del Milan e io cercavo un punto d'incontro con lui. Ho iniziato a guardare le partite, e a comprenderne i meccanismi poi è arrivato quello femminile che mi ha conquistata al punto da sentire un po' mie anche le loro imprese.