Il Mantova 1911 nasce a Mantova nel 1911 con la fondazione dell’Associazione Mantovana del Calcio e poi transitata attraverso varie rifondazioni, ultima delle quali quella del 2017. Dal punto di vista storico, il Mantova vanta sette partecipazioni alla Serie A, una vittoria in Serie B 1970/71 e un terzo posto alla Coppa Italia 1961/62. I virgiliani sono ritornati, dopo tre anni di assenza, al calcio professionistico, vincendo il girone D di Serie D.
Ma come sta operando la società biancorossa sul settore femminile? A risponderci a questa domanda è il Responsabile Settore Giovanile del Mantova Tommaso Mari.

Tommaso quanto conta per il Mantova avere un settore femminile?
«Per il Mantova è molto importante avere un settore femminile, perché qui siamo convinti di inserire le nostre ragazze anche nel nostro organico».

Quali saranno i progetti del Mantova Femminile?
«Abbiamo una prima squadra che parteciperà al campionato di Promozione, un’Under 15 e Under 12, il tutto grazie alla collaborazione con la Femminile Mantova Calcio, che saranno parte integrante nell’organigramma della nostra società».

Cosa ne pensa della situazione attuale del calcio femminile italiano?
«Penso che il calcio femminile italiano sia un movimento in evoluzione e che adesso ha molta visibilità».

Il professionismo femminile sarà realtà in Italia anche dal 2022: decisione corretta?
«Credo sia una scelta corretta di rendere professioniste le ragazze, per dare innanzitutto più visibilità al movimento e poi per valorizzare queste atlete».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia il Mantova 1911 e Tommaso Mari per la disponibilità.

Photo Credit: Mantova 1911

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.