Photo Credit: Marco Montrone

Il Responsabile Settore Femminile del Sassuolo Alessandro Terzi ha parlato sulla rubrica del club emiliano “Nero&Verde”.

Il dirigente neroverde ha parlato dell’arrivo del professionismo nel movimento pallonaro in rosa italiano: “Abbiamo cominciato un primo anno storico, il professionismo nel calcio femminile in Italia è un presupposto storico per questo sport. Siamo in attività da sei settimane. Dal punto di vista pratico è cambiato poco, si lavora tanto e si prova a rimanere performanti nelle partite“.

Poi ha fatto una riflessione sul mercato che ha attuato la società in questa sessione estiva: “Abbiamo cambiato diverse protagoniste, abbiamo fatto delle scelte differenti, abbiamo impostato il lavoro come ha voluto il tecnico, per cercare di trovare una squadra più tecnica e avere un gioco più spettacolare. Abbiamo tredici calciatrici, tante giovani. Chiaramente per arrivare ad amalgamare il gruppo e per arrivare a un risultato concreto ci vorrà un po’ di tempo. L’obiettivo è stare tra le prime 5 per poter arrivare a giocare la seconda fase per lo Scudetto“.

Infine, Terzi fa un annuncio importante: “Abbiamo predisposto un abbonamento che permette di vedere la Serie A Femminile e la Primavera maschile per portare più persone allo stadio, c’è stata un’ottima risposta dei tifosi che stanno sottoscrivendo questa opzione“.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.