Un vero e proprio tornado quello che ha colpito la Serie A femminile nell’ultimo week end, dove si è svolta la 18ª giornata di campionato.

Riapre tutti i giochi relativi alla vittoria dello Scudetto il Brescia di patron Cesari che espugna il campo “Ale&Ricky” di Vinovo infliggendo la prima sconfitta stagionale alla Juventus Women. Partita praticamente perfetta per le leonesse che aprono le danze dopo appena 3’ con Daleszczyk risolvendo una mischia in area di rigore. Le ragazze di coach Guarino provano a reagire ma il Brescia tiene botta e raddoppia al 45’ con una bella marcatura di Sabatino. Nella ripresa le bianconere spingono ed accorciano le distanze con l’ex Boattin. Il finale è un forcing di Gama e compagne che, però, non sortisce gli effetti sperati consentendo l’aggancio in vetta alla classifica.

Cade a sorpresa la terza forza del campionato Tavagnacco che cede tra le mura amiche al Ravenna Women che fa un piccolo passo in avanti verso la salvezza. Alla formazione romagnola basta una rete in avvio di gara messa a segno da Pugnali per compiere l’impresa.

Accorciano le distanze dal podio Atalanta Mozzanica e Fiorentina Women’s che battono rispettivamente Sassuolo Femminile (2-0, reti di Pellegrinelli e Mendes una per tempo) e Chievo Valpolicella (1-6, delirio viola con la doppietta di Caccamo, Mauro, Bonetti, Parisi e Rinaldi prima della rete della bandiera clivense messa a segno da Mascanzoni).

Passi avanti e salvezza praticamente raggiunta per Res Roma ed Agsm Verona. Le capitoline rimontano il Pink Bari, in vantaggio con Serturini, grazie a Coluccini e Nagni che negli ultimi cinque minuti. Largo successo esterno, invece, per le ragazze di coach Longega che ad Empoli vanno subito sotto in virtù del centro di Prugna ma successivamente dilagano con le reti di Dupuy (doppietta), Kostova, Kongouli e Soffia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here