ChievoVerona Valpo – Sassuolo: 1-1 (0-1)

Reti: 40’ Giurgiu (S), 78’ Sardu (C)

ChievoVerona Valpo: Sargenti, Motta, Ledri, Salamon, Mascanzoni, Sardu, Tardini (23’ Riboldi), Fuselli, Tarenzi (83’ Prost), Boni, Pirone

A disposizione: Raicu, Varriale, Zamarra, Prost, Riboldi, Rizzioli, Maffei

Allenatore: Sig. Diego Zuccher

Sassuolo: Thalmann, Bursi, Pettenuzzo, Pondini (87’ Oliviero), Iannella, Tomaselli, Ferrato, Giurgiu, Mcsorley, Lenzini, Battelani (23’ Barbieri)

A disposizione. Tasselli, Giatras, Barbieri, Martinovic, Oliviero, Orsi, Faragò

Allenatore: Sig. Gianpiero Piovani

Arbitro: Sig. Marco Sicurello di Seregno, Assistenti Sigg. Sara Capelli e Cristian Cortinovis di Bergamo

Ammonizioni: Barbieri (S), Pirone (C),

Il ChievoVerona Valpo impatta 1-1 allo Stadio Olivieri contro un buon Sassuolo, conquistando così un prezioso punto che muove la classifica. Partono forte le ospiti che dopo trenta secondi dal fischio iniziale rischiano già di portarsi in vantaggio. Slalom irresistibile di Ferrato sulla sinistra, la numero ventidue vede al centro Battelani che sola, a pochi passi dalla porta, manca incredibilmente l’appuntamento col gol. Il ChievoVerona Valpo si affaccia in avanti al 5’ con Tardini che dopo un batti e ribatti al limite dell’area, calcia fuori alla destra di Thalmann. La formazione gialloblù ci riprova due giri d’orologio dopo con Tarenzi, che su angolo di Sardu non trova la giusta coordinazione, sparando alle stelle. La formazione di mister Diego Zuccher approccia bene l’incontro e al dodicesimo minuto sfiora l’1-0 con capitan Boni che su delizioso assist di Pirone batte al volo nell’area piccola, con il portiere ospite che però risponde presente, ritrovandosi la sfera tra i guantoni. Al 22’ il Sassuolo usufruisce di un calcio di punizione dal limite, Battelani si incarica della battuta, ma Sargenti non si fa sorprendere, bloccando il pallone con una presa sicura. Sul ribaltamento di fronte le veronesi non centrano la rete per un soffio, con Mascanzoni che calcia splendidamente al volo su suggerimento di Fuselli, sibilando il palo alla destra di Thalmann. Il Valpo continua a produrre gioco e al 31’ colpisce un palo con Tarenzi in spaccata, sugli sviluppi di un corner calciato da Boni. A dieci dall’intervallo la compagine sassolese fallisce una ghiottissima occasione: Sargenti sbaglia il rinvio sul quale si avventa Ferrato che porta palla, ma si fa ipnotizzare dal giovane portiere clivense che rimedia così al proprio errore, salvando il risultato. Al 40’ il Sassuolo squarcia l’equilibrio della partita. Giurgiu è brava ad insinuarsi tra le maglie della retroguardia gialloblù, resistendo ad una carica di Ledri e bucando Sargenti in uscita. Sul finale di frazione le emiliane mancano il raddoppio: su corner di Iannella, Tardini impatta male la palla e rischia l’autorete, con la sfera che attraversa tutta l’area piccola, spegnendosi a fondocampo. La prima offensiva della ripresa è del Sassuolo, sempre con Giurgiu che all’11’ dalla distanza non inquadra lo specchio della porta. Sessanta secondi più tardi è il Chievo a battere un colpo con Tarenzi che semina due marcatrici, calciando però alto di sinistro. È sempre Tarenzi a rendersi pericolosa al quarto d’ora, scheggiando la parte bassa della traversa con un bellissimo lob da posizione defilata. Al 65’ bell’azione ospite sull’asse Lenzini – Iannella, con la numero dieci che calcia al volo di destro, trovando la pronta risposta di Sargenti che si distende, parando senza patemi. Al 78’ il ChievoVerona Valpo pareggia i conti. Calcio dalla bandierina di Boni, la difesa del Sassuolo sputa fuori il pallone, sul quale però si avventa Sardu che di prima lascia partire un missile diretto nell’angolo basso della porta. Le padrone di casa capiscono che il momento è favorevole e al 82’ falliscono di un niente il sorpasso con Tarenzi, lesta a rubare palla nel cuore del rettangolo di rigore e a calciare a rete, non facendo però i conti con Thalmann che si supera, evitando così la rimonta clivense. Pareggio tutto sommato equo al triplice fischio del direttore di gara, anche se alla luce dei minuti finali il ChievoVerona Valpo avrebbe forse meritato un epilogo diverso. La squadra comunque può guardare con ottimismo al prossimo appuntamento sul calendario, fissato per sabato 17 novembre in casa della Res Roma.

Credit photo: Chievo Verona Valpo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here