Il Sassuolo ha affrontato in questa stagione la seconda fase del progetto calcistico in rosa. Dopo tre anni di collaborazione ha acquistato il titolo sportivo della Reggiana Femminile, rinominata Sassuolo Calcio Femminile, diventandone ufficialmente la sezione femminile.

La sessione estiva di calciomercato ha portato in neroverde giocatrici giovani ed esperte: sono il portiere Diede Lemey, i difensori Maria Luisa Filangeri, Erika Santoro, Heleen Jaques e il rinnovo del prestito di Martina Lenzini, le centrocampiste Camilla Labate e le gemelle Kamila e Michaela Dubcová, in attacco Luisa Pugnali, Danila Zazzera e Daniela Sabatino, quest’ultima vera e propria trascinatrice della formazione emiliana con 12 reti.

Le ragazze di Gianpiero Piovani, al suo secondo anno in panchina sassuolese, si trovano in questo momento al sesto posto con ventitré punti, diciotto di questi fatti tra le mura amiche, a dimostrazione che in casa è difficile che le neroverdi escano sconfitte, ma in trasferta le cose vanno male, poiché cinque punti fatti fuori dal Ricci sono un bottino deludente per una formazione che dovrebbe puntare a posizioni più alte.

Ecco forse è stata questa la mancanza che è servita per fare alle sassuolesi quel salto di qualità che ci aspettava, ma non scordiamoci che la squadra è composta da talenti grezzi che potrebbero diventare in poco tempo dei diamanti, e con l’aiuto delle calciatrici esperte allora potremo dire che il Sassuolo, a piccoli passi, sarà una big della Serie A femminile.

POSIZIONE IN CLASSIFICA
6a.

PUNTI ATTUALI
23 (18 in casa e 5 in trasferta).

RISULTATI
7 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte.

GOL FATTI
29 (20 in casa e 9 in trasferta).

GOL SUBITI
19 (7 in casa e 12 in trasferta).

MIGLIOR TOP SCORER
Daniela Sabatino (12 reti).

GIOCATRICI CON PIU’ PRESENZE
Kamila Dubcová, Maria Luisa Filangeri, Diede Lemey, Daniela Sabatino (16).

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.