Verona – Lunedì 10 febbraio si è svolto, nella sala stampa dello stadio ‘Olivieri’ di via Sogare, un incontro dedicato ai preparatori atletici e agli staff gialloblù di Hellas Verona Women ed Hellas Verona FC, tenuto dal preparatore atletico della Nazionale Italiana Femminile Francesco Perondi. Una serata formativa che ha visto al centro le tematiche della gestione della settimana e del carico del lavoro nelle squadre di club, a confronto con la gestione della Nazionale, l’allenamento metabolico integrato e altri aspetti come l’importanza dell’allenamento di forza nel settore femminile e nelle giovanili o un confronto tra il campionato italiano e quelli stranieri.

A margine dell’incontro Francesco Perondi, preparatore atletico della Nazionale Italiana Femminile, ha risposto alle domande di hellasveronawomen.it:

«Una preparazione atletica sempre più importante nella Serie A Femminile? Il calcio, maschile o femminile, è per sua natura una prestazione di tipo tecnico-tattica, nonostante ciò la componente atletica assume un valore importante, specie se questo valore è decisamente insufficiente per la categoria di riferimento. Per giocare a calcio con intensità, come viene richiesto adesso, occorrono qualità aerobiche di base e capacità di forza funzionale adeguate. L’incontro con gli staff di Hellas Verona? È giusto mettere in evidenza la sinergia sempre più stretta tra i Club e la Nazionale, anche a seguito degli incontri periodici organizzati dalla Divisione femminile; riteniamo che questo modo di operare possa portare benefici e riscontri sul campo. I risultati sul piano atletico con le Azzurre? In Nazionale, per una precisa scelta della nostra responsabile Milena Bertolini, la metodologia prevalentemente utilizzata nelle sedute di allenamento è di tipo situazionale. Considerando comunque il poco tempo a disposizione, il nostro intervento è orientato a coprire diversi aspetti, dalla prevenzione degli infortuni alla forza e condizionamento a secco (senza palla); protocolli ed attività svolte mantenendo una corretta comunicazione con le società di appartenenza delle ragazze convocate. Glionna è l’unica gialloblù per ora in Nazionale? Benedetta è certamente una brava calciatrice e data la giovane età penso che abbia la possibilità di fare un bel percorso in Nazionale, e questo per l’Hellas Verona deve essere un motivo di orgoglio.».

Credit Photo: Hellas Verona Women

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here