Credit Photo: Paolo Pizzini

Anche quest’oggi nella gara casalinga contro il Como la Juventus ha fatto tantissima fatica in fase di finalizzazione, complice le tante assenze di peso, ed il tecnico Joe Montemurro, conferma: “Forse sono dei piccoli pezzi di tante cose che non funzionano: i cambiamenti, il fare gol… non so cosa funzioni, non posso puntare il dito. Non siamo stati al livello. Basta”.

Sono forse le fatiche espresse contro l’Arsenal, nella gara di Champions League, che hanno portato il pareggio casalingo di quest’oggi? Ma il tecnico bianconero lo nega: No, è la squadra che ho messo fuori era capace. Io credo nella rosa, la Champions non c’entra nulla. Oggi noi non siamo stati al nostro livello”.

Le troppe assenze, tra le quali la perdita di Barbara Bonansea all’ultimo minuto prima del match: “Barbara ha sentito qualcosa nella fase di riscaldamento, ed era troppo un rischio farla giocare. Avevamo due –tre giocatrici che non erano al massimo e questo fa parte delle situazioni, oggi abbiamo cercato di portare in campo altre giocatrici, ma quando so che c’è un rischio non vado avanti. Questo però fa parte della situazione, non c’è niente da fare, non siamo stati al livello, complimenti al Como”.

“Mi lo aspettavo un Como così, è una bella squadra che gioca bene, loro hanno diverse idee, complimenti a loro. Hanno fatto due tiri in porta, sbagliato un rigore e hanno meritato di portare a casa un punto”.

Ma una domanda esce spontanea a mister Joe, con una Juventus che dopo questi due punti persi, crede ancora nella corsa allo scudetto?

“Si ci credo, non c’è niente da dire che ci fa alzare bandiera bianca dicendo che è finita: “Assolutamente No!”. Siamo a novembre/dicembre, c’è tanto da fare. Queste squadre ci mettono in difficoltà, e campionato è ancora lungo, queste squadre prendono la consapevolezza di poter andare bene e ci mettono in difficoltà”.

Oggi si è vista una Agnese Bonfantini poco dinamica, a tratti in ombra, il mister le ha dato minutaggio e tanta fiducia in questo turnover, ma il campo ha restituito poco.

“Non so, difficile da valutare Agnese di oggi in campo, ci confessa Montemurro, si vede solo a pezzettini. Abbiamo cercato di farla partire dall’inizio, ma forse non riesce ad entrare in quei ritmi, per dire la verità devo valutare meglio riguardando la partita, adesso aspettiamo una Bonfa che deve illuminare la situazione”.

Ma Joe Montemurro, per ovviare a queste mancanze tecniche sul campo, si aspetta qualche nuovo innesto a gennaio?: “Ma valutiamo, non è detto, siamo sempre lì a valutare il mercato. Ovviamente le altre si sono rinforzate, e noi dobbiamo vedere dove vogliamo andare e dove vogliamo puntare. Adesso valuteremo due o tre cose”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.