La Pink Bari risponde alla Fc Bari 1908:

Il fatto. Il Tribunale Federale Nazionale della FIGC (C.U. N.40 del TFN – Sezione disciplinare 2017/2018) ha inflitto al dott. Giancaspro, Presidente della FC Bari 1908, 10 giorni di inibizione e alla Società FC Bari 1908 ben 10.000 euro di ammenda per non aver adempiuto agli impegni assunti come previsto al titolo III – Criteri sportivi ed Organizzativi del Sistema Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici di Serie B.

La Fc Bari 1908 in sostanza non si sarebbe dotata di “ulteriori” calciatrici Under 12 per il campionato in corso a differenza della Pink Bari che ogni anno conta numerose adesioni al progetto da parte di tante bambine di ogni età.

Nelle sue difese, la Fc Bari 1908 in buona sostanza afferma che nonostante i tentativi di rispettare gli impegni presi, gli stessi non sarebbero stati onorati perchè la Pink Bari si “sarebbe rifiutata immotivatamente di sottoscrivere l’accordo di licenza”.

La Pink Bari, chiamata in causa nelle memorie difensive del club maschile (riportate da alcune testate giornalistiche) e additata nelle stesse quale responsabile indiretta della mancata osservanza da parte della FC Bari 1908 degli impegni assunti con la FIGC, non ci sta e si difende spiegando le ragioni, per nulla immotivate, che hanno fatto saltare ogni tipo di trattativa tra le due società calcistiche baresi.

Nel comunicato diffuso in data odierna, la Pink Bari ripercorre le fasi delle trattative intercorse con la Fc Bari 1908 avviate con l’allora Presidente dott. Gianluca Paparesta nell’anno 2014 e proseguite con il dott. Cosmo Giancaspro per poi affermare: “Non accettiamo, pertanto, critiche e illazioni di chi prova, maldestramente, a buttarci fango addosso, accusandoci di avere immotivatamente non sottoscritto un accordo e che evidentemente pensava di utilizzare, con il minimo sforzo e senza quella vena imprenditoriale troppo spesso sbandierata a caso sugli organi di stampa, quale mero adempimento burocratico per eludere un obbligo normativo ed evitare una sanzione così come previsto dalla FIGC”.

Conclude la Pink Bari: “Noi proseguiremo a testa alta. E pazienza se alcune società settentrionali potranno contare sulla collaborazione ben più seria di club maschili: come abbiamo fatto finora cercheremo di abbinare alle poche risorse i massimi risultati, puntando sulla professionalità dei nostri dirigenti, dei nostri tecnici e delle nostre atlete e sul sostegno incondizionato dei nostri tifosi bianco rossi”.

Chiaro il riferimento alla professionalità mostrata dalla Juventus che non solo ha acquisito il titolo del Cuneo Calcio Femminile dotandosi di un organico femminile la “Juventus Woman” ma ha anche inquadrato le sue calciatrici come professioniste portando il “modello Juventus” nel calcio femminile.

Il Comunicato Ufficiale della Pink Bari: https://www.facebook.com/notes/pink-bari-calcio-femminile/comunicato-ufficiale/10156073035177246/

Il Comunicato Ufficiale del Tribunale della FGCI: http://www.figc.it/Assets/contentresources_2/ContenutoGenerico/73.$plit/C_2_ContenutoGenerico_2540934_StrilloComunicatoUfficiale_lstAllegati_0_upfAllegato.pdf

Credit Photo: FotoRicciolo Bari