Photo Credit: FOTO_CUSA©2022

Terza vittoria consecutiva e primato in classifica confermato. Al “Trabattoni” di Seregno, la Sampdoria batte all’ultimo respiro il Como Women: decisiva la rete di Rincón in pieno recupero. Nel primo tempo le blucerchiate vanno vicine al vantaggio con Re, che scambia in area con Tarenzi e spedisce di un soffio fuori bersaglio (23′). Poi sono soprattutto le padrone di casa a fare la partita: Beccari centra al 25′ centra il palo di Tampieri. E il legno salva le doriane anche in avvio di ripresa, su sinistro a giro di Kubassova (5′). Como ancora pericoloso con Di Luzio dalla distanza, al 12′, a cui risponde Gago che, servita da Cedeño, svirgola mancando di pochissimo. Un’occasionissima passa al 39′ anche per Baldi che fallisce da posizione ravvicinata. Il match sembra destinato al pari, ma ci pensa Rincón, con una magia su punizione, a regalare negli ultimi secondi vittoria, tre punti e testa della Serie A Femminile in compagnia della Fiorentina.

Como Women     0
Sampdoria            1
Reti: s.t. 48′ Rincón.

Como Women (4-3-3): Korenciova; Brenn (43′ s.t. Cecotti), Kravets, Rizzon, Borini; Karlenäs, Hilaj (27′ s.t. Lipman), Picchi; Kubassova (27′ s.t. Pavan), Di Luzio (19′ s.t. Stapelfedt), Beccari (19′ s.t. Linberg).
A disposizione: Beretta, Vergani, Pastrenge, Rigaglia.
Allenatore: De la Fuente.

Sampdoria (4-3-1-2): Tampieri; Giordano (43′ s.t. De Rita), Pettenuzzo, Spinelli, Oliviero (13′ s.t. Panzeri); Cuschieri (13′ s.t. Baldi), Re, Regazzoli (31′ s.t. Čonč); Rincón; Gago, Tarenzi (13′ s.t. Cedeño).
A disposizione: Odden, Seghir, Battistini, Pisani.
Allenatore: Cincotta.

Arbitro: Costanza di Agrigento.
Assistenti: Marchetti di Trento e Di Meo di Nichelino.
Quarto ufficiale: Saugo di Bassano del Grappa.
Note: espulsa al termine della partita Rizzon per proteste; ammonite al 39′ p.t. Gago e Hilaj per comportamento non regolamentare, al 43′ p.t. Spinelli, al 38′ s.t. Lipman, al 46′ s.t. Korenciova per gioco scorretto; recupero 1′ p.t. e 4′ s.t.; terreno di gioco in buone condizioni.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Essendo stato, in passato, responsabile della rubrica sportiva presso LiguriaToday, ho avuto la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here