L’attesissimo ritorno in campo della Sampdoria Women non ha portato, purtroppo, il risultato sperato. Le blucerchiate, ormai certe della salvezza, hanno infatti ceduto il passo all’Empoli al termine della gara di ieri, sabato 23 aprile, a Bogliasco. Partita subito in salita per le padroni di casa, sotto ad appena otto minuti dall’inizio del match dopo la rete siglata abilmente da Aurora De Rita.

Le leonesse di mister Cincotta, però, provano immediatamente a reagire e, dopo la grande occasione capitata a Tarenzi qualche minuto prima, al 23′ del primo tempo tornano a ruggire con Ana Lucía Martínez. La numero 20 blucerchiata, pescata in profondità da un assist delizioso del capitano, salta il portiere avversario e segna il goal del pareggio. Le liguri sembrano essere ritornate finalmente in partita e, appena sessanta secondi più tardi, sfiorano un clamoroso raddoppio con un micidiale colpo di testa di Tarenzi spentosi di poco al lato.

Le padroni di casa cingono ormai d’assedio l’intera area avversaria e, al 27′, Rincón sfiora la rete con una delle sue solite magie. Nonostante la grande spinta delle blucerchiate, però, le toscane riescono a resistere, difendendo con i denti il pareggio. Il primo tempo termina dunque sul punteggio di 1-1, con un Empoli particolarmente difensivo ed una Samp a trazione anteriore. La seconda frazione di gioco, però, vede le azzurre ritornare in campo con maggior coraggio e determinazione.

Le blucerchiate, invece, iniziano ad accusare la stanchezza, concedendo così maggiore spazio alle avversarie. Dopo una serie di ottime manovre offensive e occasioni pericolose, l’Empoli trova il raddoppio al 76′ con il puntale colpo di testa di Norma Cinotti. La Samp accusa il colpo e, appena due minuti più tardi, la spizzata vincente di Asia Bragonzi chiude definitivamente i giochi. L’ultimo squillo delle padroni di casa arriva infine nei minuti finali con il colpo di testa di Melania Martinovic, neutralizzato prontamente dall’estremo difensore avversario.

Le toscane espugnano dunque il Garrone, guadagnando punti importanti per la lotta salvezza. Senza ombra di dubbio, l’arma in più dell’Empoli nel corso del secondo tempo è stata proprio la necessità di vincere per inseguire un obbiettivo che la Samp, dal canto suo, aveva già brillantemente raggiunto. Detto ciò, pur riconoscendo grande merito alla formazione ospite, è altrettanto giusto applaudire quanto di buono fatto dalle blucerchiate specialmente nel corso della prima frazione di gioco.

Certo è che la sconfitta di oggi, proprio come ogni altro risultato negativo, non sarà facile da digerire, tuttavia, è più che comprensibile un piccolo calo d’intensità dopo una stagione incredibile e dispendiosa come quella disputata quest’anno dalla Samp. La prossima partita, la penultima del campionato, darà alle ragazze di mister Cincotta l’occasione di rifarsi contro la Roma nella giornata di domenica 8 maggio. Affrontare le giallorosse, specialmente in questo momento, non sarà semplice, tuttavia, come dimostrato già in altre occasioni, le blucerchiate potrebbero riuscire a ribaltare ogni pronostico, togliendosi così l’ennesima soddisfazione in un’annata calcistica decisamente al di sopra delle più rosee aspettative!

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.