Ripartenze. Il ChievoVerona Valpo dopo la lunga sosta per la Nazionale si prepara ad ospitare la Roma Women nella settima giornata del girone di ritorno. Il mese di pausa ha permesso all’ambiente scaligero di fare ulteriore quadrato in vista del finale di campionato, un rush che si prospetta estremamente combattuto sia in testa che in coda. I prossimi novanta minuti in Via Sogare potrebbero definire in maniera più nitida il destino della compagine clivense. La formazione giallorossa, quarta forza del raggruppamento, rappresenta una precisa bilancia che misurerà il peso delle ambizioni salvezza gialloblù ed il 7-1 dell’andata rende pienamente l’idea delle potenzialità dell’organico capitolino. Per il Valpo dunque quello di domani è il classico appuntamento da prendere con le pinze. «La sensazione è che la squadra stia bene – ha spiegato la Presidentessa Flora Bonafini – in queste settimane di lavoro abbiamo recuperato le infortunate, quindi ci prepariamo ad affrontare la Roma a ranghi completi. Ho visto un gruppo sereno e consapevole del fatto che con la giusta mentalità se la può giocare con chiunque: mi aspetto che il Valpo approcci l’incontro senza paura, ma con la giusta intelligenza. L’unica incognita è rappresentata appunto da questo mese che ha rotto il ritmo, un fattore che all’andata abbiamo pagato caro e che non vogliamo ci possa nuovamente penalizzare». Una Serie A che, come detto, si appresta ad entrare nella fase delle sentenze. «Ci confrontiamo con un torneo ancora aperto ad ogni finale – conclude il massimo dirigente – abbiamo agganciato l’Hellas, ma non possiamo comunque stare tranquilli. Credo che in quest’ultimo scorcio di annata sarà la mentalità a fare la differenza e in questo senso mi sento fiduciosa in quanto nello spogliatoio c’è la giusta esperienza per centrare l’obiettivo prefissato. Penso che i prossimi centottanta minuti la diranno lunga sulle sorti del nostro destino».

Credit Photo: ChievoVerona Valpo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here