Credit Photo: Andrea Amato

La Juventus trova una vittoria sofferta, ma cercata nei cinque minuti di recupero, dopo una partita gestita benissimo dalle padrone di casa del Parma andate in vantaggio con Martinovic, grazie alla caparbietà ed alla compattezza di squadra.

IL TABELLINO  di Parma-Juventus Women 1-2:

Reti: 19′ Martinovic (P), 90+2′ Boattin (J), 90+5′ Gunnarsdottir (J)

Ammonite: 45′ Farrelly, 48′ Jelencic, 60′ Martinovic, 65′ Caruso

Parma (4-3-3): Capelletti; Santoro, Heroum, Jelencic, Williams; Farrelly, Benoit, Bardin; Cambiaghi (77′ Acuti), Martinovic, Banusic (84′ Arrigoni). All. Domenico Panico. A disp. Ciccioli, Giovana Maia, Caiazzo, Acuti, Remondini, Tinti, Puntoni, Nicolini

Juventus Women (4-3-3): Aprile; Lundorf (83′ Duljan), Lenzini, Rosucci, Boattin; Caruso (72′ Zamanian), Gunnarsdottir, Pedersen (62′ Cantore); Beerensteyn (62′ Bonansea), Girelli, Cernoia (62′ Bonfantini). All. Joe Montemurro. A disp. Peyraud-Magnin, Forcinella, Sembrant, Grosso, Zamanian

Arbitro: Calzavara di Varese

 

LE PAGELLE di Juventus Women (4-3-3):

Aprile 6 Unica pecca, una distrazione sulla rete del vantaggio di Martinovic, per il resto buona padronanza tra i pali.

Lundorf 5.5 Gara di sacrificio con buoni spunti di gioco, qualche errore di marcatura nel vantaggio del Parma, poi si propone bene con palla al piede e legge bene le azioni nella ripresa. (83′ Duljan) sv

Lenzini 5.5 Sottotono nel primo tempo, ma un buon recupero nella ripresa: cercando le giuste combinazioni per dare al gruppo il suo supporto.

Rosucci 6.5 Tanta corsa, sacrificio e determinazione fino al termine, ha giocato dalla difesa all’attacco da vera leader del gruppo.

Boattin 7 Sempre in partita, la migliore in campo, il suo gol ha portato la voglia e la carica giusta per non mollare e trovare una vittoria molto sofferta.

Caruso 6 coglie un palo e gioca molto bene senza cedere nulla alle avversarie.

 (72′ Zamanian) 6 Ottimo apporto di fiato, corsa e stimoli al gruppo.

Gunnarsdottir 6.5 Un gol che regala un meritato successo. Brava a crederci ed ha trovare il giusto tempo per colpire a rete.

Pedersen 5.5 Sembrava stanca, forse imprecisa in alcune azioni in fase di costruzione di gioco, ma ha dato tutto il suo supporto per un grande gruppo.

(62′ Cantore) 6 Sfiora la rete del pareggio, di testa, per un gol che avrebbe detto molto sul suo ingresso in campo. Con il suo ingresso l’attacco ha cambiato passo.

Beerensteyn 5.5 Poco incisiva, prova ad inserirsi tra il muro giallo-blu ma con poco risultato, appoggia palla e nulla di più.

(62′ Bonansea) 6.5 Suo l’assist per Boattin, per la rete della rimonta, dal suo ingresso in campo la gara ha cambiato marcia: brava.

Girelli 6 Sfortunata, gran tiro in porta nel primo tempo che avrebbe meritato la rete, poi gioca al meglio portando il suo contributo come sempre per ottenere il risultato vincente. Forse un po’ stanca dai minutaggi in Nazionale.

Cernoia 6 In un ruolo poco affine gioca una gara ad alti livelli, coglie un palo, e spinge fino alla sua sostituzione.

(62′ Bonfantini) 6 Ingresso di fisicità, tecnica e buon gioco, ha tanto da crescere ma sarà una delle giocatrici del futuro bianconero. Molto brava anche nella tenacia e nel creare gioco.

All. Montemurro 6.5 Forse la gara più difficile in campionato, da quando allena la Juve, ma vinta nel migliore dei modi: con determinazione, grinta, carattere e tanta tanta voglia di fare vedere quanto vale questo gruppo.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here