Domani riparte il campionato anche per il Milan, che scenderà sul campo di Verona per affrontare le padrone di casa dell’Hellas, già battute sia nella prima giornata di campionato di andata con un sonoro 4-0 sul campo amico di casa che in Coppa Italia, proprio a Verona, con il punteggio di 3-0.

Partita importantissima per il nuovo ciclo delle rossonere che, dopo i saluti definitivi con Boquete e parziali con Giacinti, almeno fino alla fine del campionato puntano a cercare di riprendersi il secondo posto in classifica che significa anche un pass europeo, ma soprattutto vogliono scrollarsi di dosso un periodo che prima della Supercoppa le ha viste perdere pesantemente tutti gli scontri diretti con le big del campionato.

La Supercoppa, invece, ci ha regalato un Milan diverso almeno nella testa che giocato e vinto di gruppo contro una Roma che è stata letteralmente travolta dalla valanga rossonera in campo e uno stesso Milan che ha saputo resistere fino a pochi minuti dalla fine ad una maxi Juventus, che solo sul finale della partita ha trovato il successo con una prodezza balistica della solita Girelli.

La partita di Verona, che attualmente occupa l’ultimo posto in classifica con un solo punto all’attivo, è e deve essere alla portata delle rossonere, che potranno così prendere ancor più dimestichezza con le due nuove arrivate, all’esterno con Guagni e in attacco con la voglia di riscatto di Piemonte, anche se il nuovo corso del Milan, come ha sottolineato in più riprese capitan Bergamaschi, passerà dalla fame e dalla voglia di fare bene di tutto il gruppo e non più dei singoli e delle individualità. 

Questo è il primo Milan dopo l’era Giacinti, che è sempre stata un punto di riferimento per l’attacco rossonero, a questo punto sarà la volta per scoprire davvero se Thomas è la giocatrice vista nell’ultima gara di Coppa Italia e in Supercoppa, dove ha ben figurato specie contro la sua ex squadra della Roma, o se una giocatrici da rivedere.

Ci aspettiamo dunque sabato le prove generali delle diavolesse per vedere se hanno in corpo cattiveria e carica agonistica sufficiente per poter davvero rientrare in questo campionato e per cercare di giocarsi tutte le gare alla pari e confermarsi ugualmente una big, lei stessa, del campionato. 

I favori del pronostico sono ovviamente tutti per le meneghine che non possono assolutamente sbagliare questa gara, anche perché da parte dell’Hellas Verona, fino ad ora abbiamo assistito ad una squadra che ha perso i suoi pezzi e il suo smalto migliore per la strada e che, a livello di qualità e di tecnica, non ha nulla a cui spartire con un Milan nettamente superiore in ogni reparto e nelle singoli individualità.

Credito Photo: Domenico Cippitelli

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here