In questi giorni di riposo forzato per via delle feste natalizie, abbiamo analizzato qualche numero relativo al Milan, non solo di questo campionato, più Coppa Italia, Supercoppa e Champions League, spalmato negli ultimi 4 anni ed è emerso che le giocatrici che hanno avuto più minutaglia e continuità con la maglia rossonera sono: il Bomber Valentina Giacinti per il campionato di Serie A con (68 presenze e 6084 minuti disputati), mentre il difensore Fusetti è la regina della Coppa Italia  (15 presenze e 1371 minuti giocati).

Per quanto riguarda invece una classifica totale è sempre Giacinti a comandare con 87 presenze e 7583 minuti, al secondo posto Fusetti con 84 presenze e 7577 minuti, al terzo Valentina Bergamaschi con 78 presenze e 6767 minuti. Quest’ultima è leader come assist women rossonera (23) seguita da Tucceri ferma a (15).

I numeri parlano chiaro e ci regalano una fedele fotografia del Milan di questi ultimi 4 anni, quel Milan che ha saputo fino a quest’anno crescere e coinvolgere tifosi e addetti ai lavori.

Quest’anno, purtroppo, fino ad ora le ragazze in rossonero hanno deluso, ma voci di corridoio scaturite dagli addetti ai lavori hanno assicurato che si sta lavorando affinché con il cemento a presa rapita si possano andare a chiudere fin da subito quelle preoccupanti crepe che sono arrivate in primis sul campo dove il Milan ha perso tutti gli scontri diretti con le big, e che fuori dal campo sicuramente ha alzato non pochi rumors su vari ed eventuali litigi in spacca spogliatoio, che hanno portato poi all’esclusione di Boquete dalla rosa e di anche altri litigi con giocatrici di calibro e peso di questa rosa, che non avrebbero gradito alcune scelte del mister Ganz. 

A questo punto, vicino al pianeta Milan si sono accostati in questi giorni tantissimi nomi, da quello in attacco di Martina Piemonte, che ha appena rescisso il contratto con la Fiorentina, e con la sua carica agonistica e la sua giovane età (24 anni) è sicuramente ancora un prospetto ancora degno di interesse su cui poi un club può lavorare, visto che se da una parte alle spalle di Giacinti la Longo sta facendo bene, non si può dire altrettanto di Thomas, incisiva solo nell’ultima partita disputata in coppa Italia contro il Verona.

Altro nome che sta circolando con una certa insistenza sarebbe quello di Alia Guagni che, dopo la parentesi di Madrid, vorrebbe ritrovare un suo spazio in squadra di fascia alta in Italia, e nonostante la non più sua giovanissima età, 34 primavere, non sarebbe proprio l’ideale per lo scacchiere di centro campo disegnato fino ad ora da mister Ganz che si è affidato tantissimo anche al temperamento e alle qualità di una altra ex viola quali Greta Adami che, fino ad ora, ha dato tantissima qualità al centrocampo del Milan.

Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni con unica consapevolezza che il Milan si deve rilanciare da questo mercato di gennaio per affrontare al meglio gli impegni che già bussano alla porta, e Alia Guagni potrebbe essere la giocatrice giusta anche in chiave spogliatoio per cercare di ricucire lo strappo.

Credit Photo: Giancarlo Dalla Riva

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.