Trenta minuti di passione prima di entrare in partita per le ragazze rossoblu di Marini. Regalare trenta minuti di gioco alle giallorosso è stato fatale per le bergamasche che hanno invece giocato molto bene il resto della gara.

Gara poco tattica inizialmente che ha visto la veemenza tecnica delle romane abbattersi su una squadra stanca, ma non troppo, visto poi il secondo tempo. Lonni limita il passivo dei primi trenta minuti con due strepitose parate, ma nulla può sul colpo di testa di Di Criscio, lasciata colpevolmente libera di incornare in area tra due rossoblu.

Nulla può Lonni nemmeno sul colpo ravvicinato di Bonfantini, sfuggita energicamente alla marcatura di Milesi, che si avventa su un fendente di Serturini dalla sinistra.

Parte dunque in ritardo la reazione delle Bergamo Sharks che però dal finire di primo tempo a fine gara arrivano alla conclusione più volte e sfiorano il goal con le due Merli, con Fodri, Tihsler e Foti, poco lucide però ancora sotto porta e in 1 contro 1 con Pipitone.

La gara termina con un rigore, più che generoso, concesso in area per fallo di mano di Segalini, non ammonita, e trasformato da Serturini.

Ancora una volta Orobica che dimostra di essere presente e di poter giocare partite come questa senza timore. Peccato per l’inizio incerto ma i segnali da cogliere sono più che positivi.

Da segnalare il grave infortunio subito da Foti per il brutto fallo di Lipman a metà ripresa. La caviglia della giocatrice monzese sarà sottoposta a breve ad accertamenti per verificare l’esistenza di lesioni e/o microfratture data l’entità della botta ricevuta e la dinamica dell’incidente.

Prossimo appuntamento il 18 Novembre alle 12:30 a Cologno al Serio per il derby contro l’Atalanta Mozzanica a quota 4 punti e reduce ieri da una sconfitta casalinga contro il Florentia.

Forza #orobicacalciobergamo #bergamosharks

Photo Credit: Facebook Orobica Calcio Bergamo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here