Ripartire in campionato era obbligatorio e la Sampdoria è riuscita a farlo nel migliore dei modi. Nella delicata sfida di ieri contro l’Inter, infatti, le blucerchiate sono tornate a ruggire dando un chiaro segnale a tutte le concorrenti. Il 3 – 0 rifilato alle nerazzurre, frutto di un’incredibile prestazione collettiva, ha dimostrato che questa squadra è più viva che mai.

Padroni di casa subito aggressive in avvio di gara e vicine al goal del vantaggio con la doppia occasione di Tarenzi e Re. Prima il grande intervento di Durante e, successivamente, l’esterno della rete salvano l’Inter all’ottavo minuto di gioco. La rete dell’1 – 0 non si fa però attendere e, al 12′, il capitano blucerchiato capitalizza al meglio l’assist geniale di Rincón e punisce l’estremo difensore in uscita.

Appena tre giri d’orologio più tardi, la Sampdoria trova il raddoppio con il colpo di testa vincente di Cecilia Re sugli sviluppi del corner battuto magistralmente dalla numero 10 blucerchiata. Per la colombiana si tratta del secondo assist in appena 3 minuti. Al 21′, il mago del centrocampo doriano serve, ancora una volta, Tarenzi in maniera perfetta da calcio piazzato ed il capitano mette a segno il 3 – 0.

Il guardalinee, però, segnala il fuorigioco dell’attaccante blucerchiato e nega la gioia del terzo goal alla formazione di mister Cincotta. L’Inter prova a reagire ma subito la Samp riprende in mano il pallino del gioco guidata dal formidabile duo Tarenzi – Rincón. Grandissima prestazione della classe ’93 colombiana che continua a creare scompiglio nella metà campo nerazzurra, anche durante la ripresa, con passaggi illuminanti, triangolazioni con le compagne e tiri insidiosi.

Degna di menzione anche la monumentale partita disputata dall’estremo difensore blucerchiato, Amanda Tampieri, e da tutta la difesa, capaci di disinnescare ogni occasione creata dalle ragazze di Rita Guarino. Il sigillo alla partita arriva all’82′ quando, sugli sviluppi di un corner battuto da una scatenata Rincón, capitan Tarenzi insacca di testa alle spalle di Durante.

Uniche note negative di giornata per la Sampdoria sono stati i due infortuni di Elena Pisani e Alice Berti, subentrata nei minuti finali al superlativo numero 10 colombiano. Nonostante ciò, al termine dei 6′ di recupero concessi dall’arbitro Nicolini di Brescia, le blucerchiate hanno conquistato 3 punti fondamentali contro un’avversario di altissimo livello.

La striscia di risultati non positivi, dunque, può dirsi finalmente interrotta e le doriane sono tornate a scalare la classifica. In attesa di recuperare la partita contro il Pomigliano il prossimo 14 ottobre al “Garrone” di Bogliasco, la Samp aggancia momentaneamente a 6 punti la Fiorentina (che scenderà in campo domani alle 14:30 contro l’Hellas Verona).

Vincere la delicata sfida di giovedì permetterebbe alle blucerchiate di tenersi a debita distanza dalle inseguitrici e dalla zona retrocessione, scavalcando le campane in classifica. Certo è che adesso la Samp sembra una squadra decisamente più matura rispetto ai primi incontri e questo giocherà sicuramente a favore di mister Cincotta.

Immensa la gioia espressa dal tecnico lombardo sul suo profilo Instagram a fine gara. “Era da qualche giornata che non si riusciva a portare via quanto di buono mostravamo sul campo, finalmente ci siamo riusciti davanti al nostro pubblico!“, sono state infatti le sue parole. Al termine del post c’è stato spazio anche per una dedica speciale a Stefania Tarenzi, autrice dei goal numero 100 e 101 in carriera, e, naturalmente, a tutta la squadra.

Il morale dunque è alto in casa blucerchiata, ma occhio alle avversarie, reduci da una straordinaria vittoria per 2 – 1 contro la Lazio fanalino di coda. Riusciranno dunque le genovesi a sfruttare a proprio vantaggio l’entusiasmo della partita con l’Inter per battere un rivale altrettanto agguerrito e deciso a portare a casa 3 punti cruciali per l’andamento della stagione?


TABELLINO

SAMPDORIA WOMEN

1 Amanda Tampieri, 33 Debora Novellino, 3 Paola Boglioni (sostituita da Seghir al 65′), 23 Elena Pisani (sostituita da Spinelli al 33′), 67 Michela Giordano, 40 Bianca Fallico (ammonizione), 21 Cecilia Re (Vicecapitano – ammonizione), 10 Hazleybi Yoreli Rincón Torres (sostituita da Berti all’84’), 4 Anna Emilia Auvinen, 27 Stefania Tarenzi (Capitano), 20 Ana Lucia Martinez

A DISPOSIZIONE

32 Selena Delia Babb, 5 Giorgia Spinelli (subentrata), 11 Ana Emelie Helmvall, 13 Sabah Seghir (subentrata), 14 Giulia Bursi, 17 Maria Letizia Musolino, 30 Veronica Battelani, 55 Cristina Carp, 19 Alice Berti (subentrata)

ALLENATORE: Antonio Cincotta

F.C. INTERNAZIONALE

22 Francesca Durante, 2 Anja Sønstevold, 3 Elin Landström, 7 Gloria Marinelli (Vicecapitano), 13 Beatrice Merlo, 17 Macarena Portales (sostituita da Polli al 64′), 18 Maria Teresa Pandini (sostituita da Karchouni al 57′), 19 Lisa Alborghetti (Capitano), 20 Fiammetta Simonetti, 27 Henrietta Csiszàr, 33 Ajara Nchout Njoya

A DISPOSIZIONE

1 Carlotta Cartelli, 12 Astrid Gilardi, 5 Ghoutia Karchouni (subentrata), 6 Irene Santi, 8 Martina Brustia, 9 Elisa Polli (subentrata), 24 Matilde Pavan, 28 Angela Passeri, 30 Bianca Vergani

ALLENATORE: Rita Guarino

ARBITRONicolini (Brescia)

ASSISTENTI: Munerati (Rovigo) – Bertozzi (Cesena)

QUARTO UFFICIALE: Picardi (Viareggio)

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here