Un inizio di campionato promettente ha visto il Chievo Verona Women portarsi ad un solo punto dal terzo posto, attualmente occupato dalla Pink Bari, condividendo la quarta piazza con il Tavagnacco, grazie a 5 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte in queste prima 11 giornate.
Le venete hanno mostrato una certa tendenza casalinga con 12 punti su 19 arrivati tra le mura amiche, frutto di 4 vittorie (1-0 all’esordio contro la Pro Sesto, 1-0 con la Torres alla terza giornata, 3-2 sul Brescia alla quinta e 4-0 al Cesena alla decima) e una sola sconfitta (0-1 con il San Marino alla settima giornata); i 7 punti in trasferta sono arrivati, invece, grazie alla vittoria di Palermo (0-3) e ai 4 pareggi contro il Cittadella (0-0), il Como (1-1), il Ravenna (0-0) e la Roma CF (1-1), oltre alla sconfitta in casa della Pink Bari (2-1).
Le statistiche hanno visto il Chievo Verona mandare in rete 6 giocatrici diverse per un totale di 15 gol complessivi, la maggior parte dei quali è arrivata in casa (9 marcature contro le 7 in trasferta) e nei primi tempi (10 contro i 5 delle riprese); per quanto riguarda i gol subìti, solo 2 sono giunti nelle prime frazioni di gioco, mentre 5 sono stati incassati nei secondi 45 minuti di gioco, per un totale di 7 reti subìte (3 in casa e 4 fuori).
Il punto di forza di questa squadra pare essere la difesa: i 7 gol incassati in 11 partite (con ben 5 clean sheet) sono un dato che evidenzia quanto sia stata efficace la tenuta difensiva delle gialloblu in questa prima parte di stagione; da migliorare la tenuta della squadra nella ripresa: per fare il salto di qualità e tentare di raggiungere il podio, Mister Venturi dovrà lavorare sulla testa e sulle gambe delle sue giocatrici, affinché tengano alta la tensione anche e soprattutto nei finali di gara.


STATISTICHE CHIEVO VERONA WOMEN
CLASSIFICA: 5°
PUNTI: 19
GOAL FATTI: 15
GOAL SUBITI: 7
MIGLIOR MARCATORE: 5 GOAL RACHELE PERETTI

Sono nato a Napoli e da alcuni anni vivo a Perugia. Tecnico qualificato Uefa B, attivo nel calcio femminile dal 2011. Ho guidato alcune squadre nei campionati regionali e sono stato nello staff tecnico di società anche nei campionati nazionali. Ho deciso di dedicarmi esclusivamente al calcio femminile perché sono convinto che in Italia ci sia un grande margine di crescita e che sia arrivato il momento di valorizzare le nostre ragazze. Attualmente alleno una squadra femminile nel campionato regionale umbro.