La diciottesima giornata della Serie B potrebbe aver dato un primo segnale sul campionato.

Il Brescia ha sudato sette camicie per avere la meglio sul Chievo, ma almeno ha vendicato la rimonta subita dalle clivensi all’andata. Ci ha pensato una punizione di Veronique Brayda pe mettere ko le gialloblù, facendo concludere alle biancoblù una sette giorni indimenticabile: tre vittorie su tre partite. Il successo delle Leonesse sulle veronesi potrebbe valere doppio, visto che il Como Women, sua diretta avversaria per il primo posto, è stato battuto dal San Marino Academy, che potrebbe diventare terzo se mercoledì dovesse aver ragione sulla Roma Calcio Femminile, e ora il distacco tra loro due è aumentato di cinque punti. Teniamo gli occhi vigili sulle prossime gare, perché la prima spallata sembra esser già stata data.

Il Cortefranca continua a sognare, e in grande. Le rossoblù hanno vinto per la seconda volta di fila con l’1-0, e a prendersi questo colpo è un Tavagnacco ormai in crisi di risultati e di prestazioni, visto che ha subito la terza sconfitta di misura di fila e non segna da ben 417 minuti, poiché l’ultima rete gialloblù l’ha segnata Marta Zuliani al 33′ nel match tra le friulane e il Ravenna. La società deve dare una scossa per dare almeno un senso ad una stagione che rischia di diventare incompiuta. Tornando al Corte, l’obiettivo della salvezza è ormai ad un passo, ma la voglia di lottare ancora è tanta per le rossoblù che non hanno nulla da perdere da qui fino alla fine.

Rimane terza anche la Pink Bari che viene sconfitto per mano di un Cesena che non vinceva fuori casa da cinque mesi. Le baresi pensavano di poter tornare in Serie A con più facilità, ma forse non hanno fatto bene i conti. Per andare nella massima serie serve continuità di risultati e di prestazioni concrete. E non sembra che le biancorosse lo stiano facendo. In casa cesenate invece questo successo conferma l’1-0 conquistato sette giorni fa con la Roma CF, perché adesso la classifica delle bianconere è di nuovo sorridente.

In fondo torna a ravvivarsi la corsa per la permanenza in cadetteria. Il Palermo risorge definitivamente sconfiggendo per 2-0 la Pro Sesto, e aggancia sia le sestesi che la Roma Calcio Femminile che ha saputo, grazie all’apporto di Ugné Lazdauskaite, ferma il Ravenna che rischia di essere invischiato nelle parti basse della classifica. Poi, come se non bastasse, esce dalla zona rossa la Torres che ha avuto la meglio sul Cittadella. Tra le ravennati quint’ultime e il duo Pro Sesto-RCF che sono ultime ci sono sette punti. Il campionato è ancora lungo e tutto può accacdere.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.