Il Cortefranca torna in campo vincendo e convincendo, battendo per 4-1 un Palermo che ha provato a reggere il confronto con le ragazze di Nicoletta Mazza, fino a quando l’espulsione di Collovà non ha cambiato gli equilibri sul match, permettendo alle rossoblù di sfruttare la superiorità numerica. Un successo importante perché, al termine della quindicesima giornata di Serie B, salgono all’ottavo posto con diciassette punti.

Parte il timer e le rossoblù vanno ad un passo dal vantaggio, quando al 3’ Vavassori mette un rasoterra al centro per Picchi che, davanti a Pipitone, spara clamorosamente alto. Le rosanero si affacciano al 9’: Coco brucia Vavassori, serve al centro Dragotto che controlla e conclude, ma Meleddu compie una grande parata. Al 18’ nuova occasione palermitana con il tiro dal limite di Lazzara, facile per Meleddu. Le cortefranchesi si rivedono al 24’ con un calcio piazzato di Redolfi che termina sopra la traversa.

L’esultanza di Roberta Picchi dopo il vantaggio del Corte

Verso la mezz’ora il Corte passa in vantaggio: cross di Redolfi che serve di testa Velati, la palla arriva a Roberta Picchi che, come una rapace, tocca quel poco che basta per mettere la palla alle spalle di Pipitone.

Il Palermo non ci sta e al 32’ Licari prova a sorprendere Meleddu con un pallonetto, ma la numero uno rossoblù risponde con una smanacciata che finisce in corner. Al 34’ piove sul bagnato per il Palermo che rimane in dieci per l’espulsione di Collovà che commette fallo su Velati, provocando così il tiro da fermo: ci va Sonja Kiem che, di destro, trafigge Pipitone per il raddoppio franciacortino. Sul finire del primo tempo Vivirito crossa per Velati, lasciata colpevolmente sola dalla difesa rossonera, ma la sua incornata è imprecisa per impensierire Pipitone. Le franciacortine vanno alla ricerca del terzo gol nei primi minuti della ripresa con Velati e Picchi, ma la difesa palermitana si alza molto, mandandole per alcune volte in fuorigioco. Ma il tris cortefranchese arriva al 66’ quando Picchi, sugli sviluppi di un angolo, di destro colpisce la palla, Pipitone para, ma non può nulla sulla ribattuta della bomber franciacortina che mette a referto la sua doppietta in questa partita.

Debutto con la maglia del Cortefranca per la centrocampista Silvia Vivirito

Passano due minuti e Valentina Velati, su passaggio di Kiem, s’invola davanti a Pipitone, e con un colpo di punta, segna il poker casalingo. Al 71’ Muraro, su suggerimento di Martani, va vicina al pokerissimo, ma a pochi passi la mette a lato. Poteva segnare al 73’ Vavassori, ma Tassano di Chiavari annulla tutto. Il Palermo riesce a segnare il gol della bandiera, grazie al colpo messo al 75’ da Chiara Dragotto. Nel finale il Corte tenta il quinto gol, come il tiro a giro di Gervasi all’85’ che va molto fuori, oppure la tentata mezza rovesciata realizzato, sessanta secondi dopo, sempre della numero tre rossoblù su calcio d’angolo. Nel primo dei quattro minuti di recupero Dragotto cerca, ancora una volta di sorprendere Meleddu, ma stavolta l’estremo difensore rossoblù para in scioltezza. Ma questo conta poco al Cortefranca, che strappa al Palermo tre punti che valgono un ulteriore passo di avvicinamento alla permanenza in Serie B.

CORTEFRANCA: Meleddu, Redolfi (82’ Gervasi), Lacchini, Brevi, Vavassori (82’ Freddi), Kiem, Vivirito, Valesi (54’ Belotti), Velati (68’ Zanetti), Picchi (68’ Martani), Muraro. A disp: Limardi, Ferrari, Valtulini, Asperti. All: Mazza.
PALERMO: Pipitone, Sofia Viscuso, Zito, Intravaia (45’ Ribellino), Collovà, Zito, Piro, Licari, Lazzara, Ilenia Viscuso (90’ Cusmà), Dragotto, Coco. A disp: Sorce, Baraza, Firicano, Minciullo. All: Licciardi.
ARBITRO: Tassano di Chiavari.
MARCATRICI: 29’ e 66’ Picchi (COR), 34’ Kiem (COR), 68’ Velati (COR), 73’ Dragotto (PAL).
AMMONITE: Picchi (COR), Intravaia (PAL).
ESPULSA: Collovà (PAL).

Photo Credit: ASD Cortefranca Calcio

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.