La terza giornata della Serie B è stata messa agli archivi, e, anche se siamo solo agli inizi di questa stagione che è giunta a fine mese, possiamo dire che il Permac Vittorio Veneto rischia di essere sempre più una certezza: tre su tre per le venete, con le mafaldine che vincono per 1-0 sul Perugia, e sono da sole a punteggio pieno. Si può fare qualche pensierino per la Serie A? Come detto è troppo presto per fare valutazioni, ma la dirigenza dovrà prenderla in considerazione.

Così come dovrà ragionare la Riozzese, che ha fatto il colpaccio in casa del Chievo Fortitudo Women per 4-3, e le rosanero sono seconde a sette punti: vediamo dove porterà questo piccolo cuore riozzese. Piccola riflessione invece per le gialloblù di Zuccher: per carità una sconfitta ci può stare, e serve per crescere, ma se vogliono la massima serie, devono cominciare a ragionare come un gruppo vincente, non sempre a fare il predatore che va a caccia della preda e poi rimane in un pugno di mosche. Urge una bella svegliata.

Sulla piazza d’onore abbiamo il Napoli, che ha battuto per 2-0 la Lazio Women, e forse possiamo dire che in questo momento le partenopee stanno rispettando a pieno le aspettative iniziali, che è quello di stare in alto. Le laziali invece non possono lamentarsi, hanno tre lunghezze dalla seconda piazza, vedremo anche qui se saranno costanti.

Finalmente il Ravenna Women elimina il numero zero in classifica, strappando un punto nella tana del Cesena: per le ravennati questo pari può essere la base per ripartire, e perché no, per risalire, ma il tempo rischia di stringersi sempre di più, mentre le bianconere questo pareggio fa molto comodo, per cercare di centrare il più presto possibile il mantenimento della categoria.

La sfida-salvezza tra San Marino Academy e Lady Granata Cittadella ha premiato quest’ultime, e balza sul gradino più basso del podio. Per le sanmarinesi arriva il primo stop e sono ottave, ma anche loro venderanno cara la pelle per restare in B.

Altro giro altra delusione per la Roma CF, quella che sarebbe ancora una delle candidate alla promozione, ferma al penultimo posto con un punto: stavolta a fare la Lupa è stata azzannata dai colpi della Novese, che si porta in saccoccia altri punti pesanti in chiave salvezza. Giallorosse, se ci siete battete un colpo.

Mancano ancora 19 giornate alla fine della Serie B, ma una cosa è certa in questi primi turni: che le grandi sembrano fare le outsider, mentre le piccole sembrano che non abbiano nulla da perdere, e si comportano da big. E sono al vertice della cadetteria. Dove di scontato, in questo momento, c’è ne ben poco.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.