La retrocessione dalla Serie A non sembra aver lasciato strascichi nella Pink Bari versione 2021/22: le pugliesi, infatti, si sono assestate sul podio della Serie B grazie a prestazioni di alto livello che lasciano ben sperare per il futuro.
Esordio da sogno in questa stagione grazie alle 4 vittorie consecutive contro il Palermo (2-1), la Pro Sesto in trasferta (1-3), il Cortefranca (2-1) e San Marino (4-3).
Le statistiche evidenziano la tendenza del Bari a giocare meglio le partite casalinghe; in effetti, il dato dei punti in territorio pugliese è significativo: ben 16 su 20 sono quelli ottenuti in casa contro gli appena 4 raccolti in trasferta con la vittoria sul campo della Pro Sesto (1-3) ed il pareggio a reti inviolate a Cesena.
In totale, la Pink Bari ha ottenuto sin qui 6 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, segnando 18 gol e subendone 19, con quest’ultimo dato abbastanza singolare: è l’unica squadra tra le prime 10 ad avere una differenza reti di -1; risulta anche essere la peggior difesa per gol subìti nella top ten del campionato.
La squadra è oggettivamente forte nell’organico e nei quadri societari, ma ha alternato ottime prestazioni ad altre in cui è sembrata quasi irriconoscibile; l’attacco ha visto, tra l’altro, l’addio di bomber Martina Gelmetti nelle ultime ore, ma resta il reparto che offre maggiori garanzie.
Lavorare sulla fase difensiva, soprattutto a centrocampo e sulle fasce, e trovare una nuova attaccante da doppia cifra, può essere un buon viatico per traguardi ambiziosi, soprattutto visto che le prime due posizioni sono decisamente alla portata delle pugliesi.


STATISTICHE PINK BARI

CLASSIFICA: 3°
PUNTI: 20
GOAL FATTI: 18
GOAL SUBITI: 19
MIGLIOR MARCATORE: 4 GOAL MARTINA GELMETTI & ANASTASIA SPYRIDONIDOU

 

Sono nato a Napoli e da alcuni anni vivo a Perugia. Tecnico qualificato Uefa B, attivo nel calcio femminile dal 2011. Ho guidato alcune squadre nei campionati regionali e sono stato nello staff tecnico di società anche nei campionati nazionali. Ho deciso di dedicarmi esclusivamente al calcio femminile perché sono convinto che in Italia ci sia un grande margine di crescita e che sia arrivato il momento di valorizzare le nostre ragazze. Attualmente alleno una squadra femminile nel campionato regionale umbro.