Domenica 12 settembre scatta la Serie B 2021/22, dove la squadra che vincerà il campionato salirà in Serie A, e tre formazioni scenderanno in Serie C. Andiamo ad analizzare la seconda parte delle squadre che parteciperanno al campionato cadetto.

Tavagnacco
Il Tavagnacco riparte dalle sue ragazze che hanno fatto bene lo scorso anno, con gli inserimenti Alice Rossi e Nicole Sciberras. Escludendo la prima col Cesena, la partenza del campionato potrebbe dare alle friulane quei punti necessari per cercare di rimanere agganciate alle prime. Insomma, le gialloblù, quando scatterà il semaforo verde, hanno tanta voglia di farsi trovare pronte.

Ravenna
Le ravennati hanno salutato il tecnico Alessandro Recenti e uno dei perni del centrocampo giallorosso, ossia Miriam Picchi. Ma il Ravenna ha piazzato giocatrici giovani che possono fare la differenza, ma anche alcune di esperienza, come la conferma di Simona Cimatti e di Alice Greppi. Il nuovo allenatore Andrea Camanzi dovrà calarsi subito in questo mondo che per lui è nuovo. Vediamo se il Ravenna ha fatto ancora centro.

Chievo Verona
Il Chievo Verona Women è reduce da una salvezza tanto sofferta quanto meritata, e per questo la società non ha alcuna intenzione di disputare ancora una volta una stagione difficile. Sono arrivate tante giocatrici giovani, anche se il colpo è stato quello di assicurarsi Jelena Marencic, una che ha il vero fiuto del gol. E ha tenuto Valentina Boni, una calciatrice che ti può decidere la partita. Il neotecnico gialloblù Giacomo Venturi ha un buon gruppo, e le clivesi potrebbero dire la sua in questo campionato.

Sassari Torres
La Torres torna ad affacciarsi in un campionato di livello nazionale come la Serie B e, dato il blasone che ha lasciato al calcio femminile italiano, vorrà ritagliarsi uno spazio importante nel prossimo campionato. La società ha compiuto l’impresa di confermare Adriana Gomes, vera punta di diamante di questa squadra, e le altre calciatrici che hanno centrato la promozione, ma ha preso giovani di livello come Lorenza Scarpelli, che ha già deciso il match del turno preliminare di Coppa Italia contro il Palermo, ma anche l’esperienza di Danielle Lea

Cittadella
Il Cittadella ha cambiato buona parte della squadra che ha fatto bene lo scorso anno, assicurandosi calciatrici come Azzurra Corazzi, Fabiana Vecchione e Nicole Peressotti. Il nuovo coach Salvatore Colantuono è chiamato a cimentarsi in questa nuova avventura, ma se trovasse l’alchimia giusta allora le granata potrebbero essere una delle mine vaganti della cadetteria.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here