La quindicesima giornata della Serie B è stata messa gli archivi, anche se parlare di calcio in questo momento sembra interessare poco: la FIGC, d’accordo col CONI, ha rinviato a data da destinarsi Cesena-Riozzese e Chievo Fortitudo-Roma CF, in osservanza delle misure precauzionali adottate nella serata di sabato dal Ministero della Sanità in Lombardia e Veneto in relazione alle criticità derivate dal Coronavirus.

Napoli-Lady Granata Cittadella è stata spostata ad un altro giorno in seguito all’ordinanza del sindaco di Casamarciano, che è il luogo che ospita le partite casalinghe delle partenopee, anche qui per via del coronavirus: non osiamo immaginare le sensazioni che abbiano provato le ragazze di ambedue le formazioni in merito a quest’assurda decisione, in particolar modo per le granata che hanno fatto chilometri per arrivare nel comune campano, e poi, quando mancano pochi minuti dal fischio d’inizio, si viene a sapere che il match è stato rimandato. Fa male perché un miglior preavviso da parte dell’amministrazione casamarcianese avrebbe evitato al Cittadella un’umiliazione che non meritava.

Il pallone ha rotolato lo stesso questa domenica, e si sono giocate altre tre partite di grande importanza.

Il San Marino Academy centra il suo secondo successo di fila in B, battendo il Ravenna per 3-2: risultato importante per le sanmarinesi, perché, oltre a solidificare il secondo posto, può aver messo definitivamente fuori causa una delle possibili concorrenti alla promozione in Serie A, in quanto mancano sette partite alla fine e solo un miracolo potrebbe farle rientrare.

Chi invece non molla mai è la Lazio, che si avvicina momentaneamente alla vetta grazie alla vittoria ottenuta in casa per 1-0 contro un Perugia che, oramai, è destinato alla Serie C: davvero un gran campionato quello che stanno disputando le aquilotte che adesso possono ragionare sul come riprendersi quella seconda piazza che varrebbe per il prossimo massima serie, e perché no anche la leadership della B. Ma le biancocelesti dovranno mettercela tutta per centrare questo obiettivo.

Della serie “chi non muore si rivede” il Permac Vittorio Veneto ritrova i tre punti battendo per 3-2 la Novese, la quale sta sprofondando sempre di più nel baratro della terza serie: risultato importante per la mafaldine, perché non solo hanno sconfitto una dirette sfidante per la salvezza, ma lo ha fatto dopo esser stata sotto per due volte, portandosi a casa un bottino che potrebbe risultare decisivo nell’economia della permanenza in cadetteria.

Appuntamento tra cinque giorni. Coronavirus permettendo…

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.