Credit Photo: Sassari Torres

Nona giornata di campionato per la Torres di Muggianu, conclusasi col risultato di 2 a 2: la parità raggiunta da Flavia Devoto non è bastata, però, per l’acquisizione dei tre punti.

La partenza, tutta dalla parte delle rossoblù, ha regalato diverse occasioni alla squadra: unico problema? La retroguardia toscana pronta a sventare ogni tiro. Sono la conquista di un buon pallone da parte di Blasoni (andato poi fuori) e quella di Devoto a segnare i 45 minuti iniziali, mettendo in pericolo le padrone di casa.

Al 54′ Devoto si fa sentire ancora, provandoci addirittura dai 30 metri: la conclusione finisce, purtroppo, alta sopra la traversa. Solo pochi minuti dopo, la riuscita delle sarde: Peddio, approfittando di un errore delle sfidanti, aggancia un pallone che serve subito alla solita Devoto: sarà lei a regalare il vantaggio alle sassaresi.

La reazione dell’Arezzo è quella di una squadra che non si vuole assolutamente arrendere: ed è così che al 76′ riesce a pareggiare il risultato, il primo della partita. Passati dieci minuti, la Torres riesce ad impacchettare un’altra azione, quella del 2 a 1: la numero 25 dribbla due avversarie, spuntando appena davanti a Devoto che riceve una palla goal, siglando la sua doppietta personale.

Dopo un lungo recupero di 8 minuti, il match finisce in parità (2 a 2) con il rammarico delle sarde di non esser riuscite ad avere i punti sperati. Rimangono al quindicesimo posto in classifica.

 

Nata a Cagliari, del '97. Perito industriale capotecnico, insegnante tecnico pratica di chimica con il calcio e la pallavolo nel cuore fin da quando ero bambina. Difficilmente mi perdo una partita (di genere maschile o femminile che sia): con le ragazze della nazionale femminile ho imparato ad apprezzare ancora di più questo sport. Quella per la musica è un'altra mia forte passione.