Il ritorno in Serie B della storica Sassari Torres non è stato dei migliori: le rossoblu, infatti, hanno perso le prima 4 partite del campionato (3-0 in casa del San Marino, 0-1 col Brescia, 1-0 a Verona contro il Chievo e 0-3 contro il Como) subendo 8 reti e senza andare mai a segno.
Dalla quinta giornata, però, il trend è cambiato nettamente e la Torres ha trovato 9 punti in 7 partite, iniziando con il pareggio in casa del Cittadella (1-1 con gol di Weithofer nel primo tempo, pareggiato subito da Greis Domi per le venete), seguito dallo 0-0 casalingo con il Ravenna e il 2-2 col Tavagnacco, intervallati dalla sonora sconfitta in casa del Cesena (4-0), per poi trovare la prima vittoria della stagione sul campo del Palermo (1-4 con vantaggio iniziale delle siciliane con Dragotto, a cui è seguita la rimonta con Scarpelli, Gomes, Bassano e Blasoni) e la seconda in casa della Pro Sesto (0-1 con gol di Bassano nel secondo tempo), oltre alla sconfitta con il Cortefranca (2-3) a cavallo delle due vittorie.
Secondo le statistiche di questa prima parte di stagione, le sarde si sono dimostrate squadra da trasferta, trovando le due uniche vittorie lontano da Sassari e raccogliendo in casa solo 2 punti dei 9 totali.
Anche i gol fatti hanno certificato la tendenza delle vittorie: 6 su 10 sono giunti in trasferta, mentre il dato sui gol subìti si è dimostrato più equilibrato (9 in casa e 10 fuori).
Sicuramente il campionato della Torres ha vissuto 2 fasi ben distinte, ma la squadra sarda è apparsa un po’ discontinua nei risultati, alternando buone prestazioni ad altre decisamente meno positive; è da trovare un certo equilibrio, soprattutto a centrocampo, e un terminale offensivo capace di far salire la squadra che, comunque, la via della rete ha dimostrato di saperla trovare.


STATISTICHE SASSARI TORRES
CLASSIFICA: 11°
PUNTI: 9
GOAL FATTI: 10
GOAL SUBITI: 19
MIGLIOR MARCATORE: 2 GOAL GIUSEPPA BASSANO, FRANCESCA BLASONI, ADRIANA GOMES & FLAVIA LOMBARDO

 

Sono nato a Napoli e da alcuni anni vivo a Perugia. Tecnico qualificato Uefa B, attivo nel calcio femminile dal 2011. Ho guidato alcune squadre nei campionati regionali e sono stato nello staff tecnico di società anche nei campionati nazionali. Ho deciso di dedicarmi esclusivamente al calcio femminile perché sono convinto che in Italia ci sia un grande margine di crescita e che sia arrivato il momento di valorizzare le nostre ragazze. Attualmente alleno una squadra femminile nel campionato regionale umbro.