Il Chievo Fortitudo Women, nato nel luglio 2019 in collaborazione con la Fortitudo Mozzecane e il Chievo Verona, ha vissuto una Serie B fatta più ombre che luci.

Il mercato estivo ha portato gli arrivi di Lisa Faccioli in difesa, Daiana Mascanzoni e Sara Tardini da schierare a centrocampo e la plurititolata ed ex nazionale Valentina Boni nel reparto offensivo, tutte e quattro provenienti dalla scomparsa Chievo Valpo, alle quali si aggiunge il portiere Margherita Salvi, anch’essa proveniente da un’altra società oramai dissolta, l’Atalanta Mozzanica, e l’attaccante maltese Ylenia Carabott. In panchina Diego Zuccher, anche lui ex Valpolicella.

La partenza è stata positiva, grazie al 3-0 conquistato in casa contro il Perugia. Nella giornata successiva il Chievo viene sconfitto per 1-0 dalla Lazio: è sembrato un’incidente di percorso, ma nelle gare successive la squadra ha faticato a mostrare il suo reale valore e potenziale, scendendo pian piano al decimo posto, ad un passo dalla zona retrocessione. Il ko rimediato alla nona giornata contro il San Marino Academy è la goccia che fa traboccare il vaso: la dirigenza gialloblù decide di sostituire l’allenatore Zuccher con Moreno Dalla Pozza, ex Pro San Bonifacio e Cittadella, e grazie a lui le clivensi risplendono con tre vittorie, un pareggio e il poker subito in casa per mano della Lazio.

Il Chievo Fortitudo, tuttavia, è in quinta posizione con 20 punti, col secondo posto distante di dodici lunghezze e con due gare ancora da recuperare: quindi nulla è ancora perduto, ma dalle clivensi ci si aspettava qualcosa che andasse oltre un semplice piazzamento da metà classifica.

POSIZIONE IN CLASSIFICA
5o (con due partite in meno).

PUNTI ATTUALI
20 (12 in casa e 8 in trasferta).

RISULTATI
6 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte.

GOL FATTI
26 (18 in casa e 8 in trasferta).

GOL SUBITI
11 (6 in casa e 5 in trasferta).

MIGLIOR TOP SCORER
Stefania Dellagiacoma (7 reti).

GIOCATRICI CON PIU’ PRESENZE
Giulia Caliari, Silvia Carraro, Daiana Mascanzoni, Sara Tardini (14).

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.