Photo Credit: Ternana

Dopo il pareggio contro il Sassari per 2-2, la Ternana si rituffa in campionato con l’obiettivo di raggiungere la seconda vittoria stagionale. Le rossoverdi sono scese in campo contro una Lazio a caccia di punti importanti in ottica classifica per tenere testa al Napoli capolista.

Fabio Melillo, allenatore delle rossoverdi, opta per un 3-5-2 con Ghioc in porta, Vigliucci, Massimino e Nefrou in difesa, Lombardo, Fusar Poli, Labate, Di Criscio e Capitanelli a centrocampo e poi Spyridonidou e Tarantino alla guida dell’attacco. Dall’altra parte, invece, la Lazio risponde con Guidi tra i pali, Pittaccio, Falloni, Karampouki e Toniolo in difesa, Castiello, Eriksen e Colombo a centrocampo e, infine, Proietti, Visentin e Chatzinikoulaou in attacco.

Subito i primi brividi per la Ternana: dopo soltanto 4 minuti Chatzinikolaou, servita da Visentin, sigla la rete del vantaggio spiazzando Ghioc. La reazione delle padrone di casa è imminente: Spyridonidou al minuto 6 trascina le compagne sull1-1. Il primo tempo si conclude con un gran numero di occasioni create, determinanti entrambi i portieri. Nella ripresa, al 58′, passano nuovamente le biancocelesti: ancora Chatzinikolaou, questa volta dagli undici metri, non sbaglia e realizza la doppietta personale. Stesso e identico copione del primo tempo, al minuto 65 le ragazze di Melillo riacciuffano il pareggio, sempre per merito di Spyridonidou. Il momento clou della partita è rappresentato dall’espulsione di Labate che lascia le compagne in inferiorità numerica. Ne approfitta e colpisce la squadra di Massimiliano Catini al 90esimo con Fuhlendorff che mette a segno la rete del tre a due finale.

Le Fere torneranno in campo domenica 16 ottobre, ore 15:30, contro il Trento Femminile.

Il tabellino

(3-5-2): Ghioc; Nefrou (35’st Pacioni), Massimino, Vigliucci; Lombardo, Labate, Di Criscio (K), Fusar Poli (31’st Maffei), Capitanelli; Spyridonidou, Tarantino (31’st Imprezzabile). A disp.: Sacco, Labianca, Aldini, Paparella, De Bona. All.: Fabio Melillo.

Lazio (4-3-1-2): Guidi; Pittaccio, Falloni, Karampouki, Toniolo (27’st Vecchione); Castiello, Eriksen, Colombo; Proietti (20’st Pezzotti); Visentin, Chatzinikoulaou (20’st Fuhlendorff). A disp.: Natalucci, Khellas, Palombi, Groff, Musolino, Jansen. All.: Massimiliano Catini.

Arbitro: Alice Gagliardi di San Benedetto del Tronto (Raschiatore/Gasparini)

Marcatrici: 4’pt Chatzinikolaou (L.),  6’pt Spyridonidou (T.), 12’st Chatzinikolaou (L.);  20’st Spyridonidou (T.), 44’st Fuhlendorff (L.)

Ammonite: Toniolo (L.), Labate, Fusar Poli e Taddei (T.)

Espulse: Labate (T.)

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.