Siamo solamente alla seconda giornata, e non ci sembra il caso di trarre conclusioni affrettate, ma una cosa è sicura: stiamo assistendo ad una Serie B imprevedibile e piena di sorprese.

Chi mai avrebbe pensato che il Permac Vittorio Veneto fosse in testa a punteggio pieno? Nessuno, ma i successi su Lady Granata Cittadella, e quello più incredibile sulla Roma CF per 2-0, una che dovrebbe puntare alla Serie A, testimoniano che le venete sono meritatamente prime.

Chi avrebbe scommesso sulla Riozzese, seconda insieme alla Lazio, che ha sconfitto per 3-1 in casa del Ravenna Women, anch’esso candidato alla promozione ma che al momento è la delusione di quest’inizio di campionato? Nemmeno il più ottimista avrebbe osato pensarlo.

Chi avrebbe mai immaginato che la Lazio batta per 1-0 il Chievo Fortitudo Women, quella che, a detta dai numerosi addetti ai lavori, era considerata come la corazzata della serie cadetta? Anche qui pronostico ribaltato.

Chiudiamo col Napoli che ha affrontato il San Marino Academy, con le partonepee che, quando erano pronte a festeggiare la vittoria, arriva il pareggio sanamrinese allo scadere della partita, permettendo alle ospiti di strappare un punto di vitale importanza per la salvezza.

Ovviamente non ci scordiamo della prima vittoria del Cittadella sulla Novese per 4-2, e del primo punto trovato dal Cesena e dal Perugia, in quelli che erano i primo scontri che valgono la permanenza in B.

L’ho scritto in questi primi tre editoriali, ma lo ribadisco ancora: non ci sono partite scontate, ma di sfide che nascondono insidie, e questo dovrebbero saperlo Ravenna, Roma, Chievo e Napoli. Vediamo se domenica prossima avranno capito la lezione.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.