Dopo il successo contro la Roma Decimoquarto e la Vis Mediterranea, la Rever interrompe la striscia di vittorie consecutive del Crotone. La squadra di De Luca si porta avanti dopo soltanto 10 minuti con una rete di Barbarino e a fine primo tempo, a mettere un sigillo al match, è la doppietta che porta il nome di Perna. Dopo un’ottima annata conclusa con il quinto posto in campionato e l’uscita ai quarti di finale – solo dopo i calci di rigore – dalla Coppa Italia Serie C, la squadra Femminile ha disputato l’ultima partita casalinga del proprio campionato nella cornice dello Stadio Ezio Scida. Ad assistere al match diverse centinaia di persone: il club, infatti, ha sempre avuto fra i suoi principali obiettivi la diffusione di valori positivi e passione, anche attraverso un movimento che cresce sempre più, per le atlete e per i tifosi.

L’allenatore delle squalette, Carlo Cimicata, ha rilasciato delle dichiarazioni dopo la sconfitta subita. Di seguito le sue parole: “Mi spiace per il risultato odierno forse le ragazze hanno sentito troppo la pressione di giocare in uno stadio importante e davanti a tanta gente. Da quando sono arrivato ho cercato di far cambiare la mentalità esprimendo un gioco piacevole e sono convinto che le ragazze abbiano meritato questo quinto posto”. 

Poi, il capitano, Silvia Chiellini ha aggiunto: “È stata una grande emozione giocare in questo fantastico Stadio, purtroppo il risultato non è stato dei migliori”.

Infine, le parole di Mimì De Miglio, coordinatrice del settore femminile: “È una pagina da ricordare non solo per Crotone ma anche per il calcio femminile in generale, si tratta di un evento storico. Ringraziamo la Società e tutti coloro che ci hanno permesso di poter giocare allo Scida”.

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.