Photo Credit: Fabrizio Brioschi

Il Fiammamonza ha affrontato in questi giorni due gare fuori casa. La prima è stata contro la Solbiatese Azalee, per la quinta giornata, mentre ieri ha incrociato, nel recupero del terzo turno, la Lucchese.

Domenica le brianzole hanno perso contro la Solbiatese per 6-1, al termine di una gara in cui le biancorosse, dopo sessanta minuti di equilibrio, hanno subito la goleada alle varesine. Le nerazzurre passano in vantaggio al minuto 30, quando a fare il gol dell’1-0 è l’attaccante Giorgia Pellegrinelli. La partita si sposta al 61′ e le biancorosse trovano il pareggio grazie alla prima rete stagionale della centrocampista ’02 Anna Guidi (nella foto l’esultanza dopo il gol). Da lì parte il monologo solbiatese: neanche due minuti e Caterina Magatti firma il sorpasso casalingo, centoventi secondi dopo il difensore Elisabetta Pozzi piazza il 3-1. Il poker nerazzurro giunge al 79′ grazie alla marcatura messa a referto da Fabiana Vischi. Nel finale Silvia Crestan e la doppietta di Pellegrinelli permette alla Solbiatese di fare la sestina alle monzesi.

Contro la Lucchese non è andata meglio, dato che il Fiammamonza ha ceduto il passo alle lucchesi per 4-1. La gara viene decisa nel primo tempo: rossonere in vantaggio al 27′ con l’attaccante ’99 Benedetta Fenili, la quale aggiorna il tabellino undici minuti dopo, siglando il raddoppio casalingo e il quarto centro stagionale. A quattro minuti dal riposo la centrocampista lucchese Valentina Bengasi cala il 3-0. Come se non bastasse ci si mette di mezzo anche la sfortuna, perché al 53′ il portiere brianzolo Chiara Messori fa autogol, portando la gara sul 4-0. A rendere amaro il passivo ci pensa la seconda marcatura stagionale di Alice Cama che al 63′ segna il gol della bandiera biancorossa.

Ora la classifica delle ragazze guidate da Agostino Zagaria si fa più preoccupante, visto che ora sono quart’ultime nel Girone A di Serie C, insieme all’Independiente Ivrea, con tre punti. Il Fiammamonza ora avrà il turno di riposo in questo fine settimana, con l’obiettivo di cancellare, il più presto possibile, queste due pesanti sconfitte.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.